Il ‘nuovo’ Castel Camponeschi: ecco il progetto di rinascita del borgo

Tra gli elementi più innovativi del progetto di Alejandro Bozzi, ci sono un teatro all’aperto, un museo archeologico, piazze e terrazzamenti

di Marianna Gianforte | 11 Maggio 2022 @ 06:15 | ATTUALITA'
castel camponeschi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un progetto di recupero e di riqualificazione che trasformerà Castel Camponeschi in una piccola perla all’interno del territorio complesso medievale del comune di Prata D’Ansidonia. Così sarà il borgo, arricchito con un teatro all’aperto, un museo archeologico, piazze e terrazzamenti messi a nuovo. Sono gli elementi più innovativi della visione progettuale del borgo di Castel Camponeschi, presentati ieri a palazzo dell’Emiciclo dall’architetto Alejandro Bozzi, capo del team di progettisti.

Un’opera di riqualificazione intrapresa in partnership tra il Comune e il Consiglio regionale dell’Abruzzo, già finanziata per il primo lotto dal fondo complementare del Pnrr per un importo di 3 milioni di euro e ulteriori stanziamenti saranno assicurati per il totale completamento. “Tutto l’impianto progettuale è in linea con il programma europeo Next Generation EU e con l’ambito turismo e cultura del Pnrr – ha spiegato l’architetto Bozzi – Il progetto assicura una valorizzazione architettonica del complesso, la sicurezza sismica e l’efficienza energetica. L’area diverrà un attrattore culturale per il turismo sostenibile ed esperienziale e la realizzazione del museo archeologico consentirà di valorizzare tutte le componenti storiche di un borgo che risale al XIII secolo”.

La soprintendente per l’Archeologia, le belle arti e il paesaggio per le province dell’Aquila e di Teramo Cristina Collettini ha ringraziato il Consiglio regionale “per la preziosa opera di coordinamento. Sono profondamente convinta che sia necessario restituire alla collettività ‘monumenti vivi’ capaci di ridare alla collettività spazi di fruizione e bellezza – ha detto Collettini -; un ‘monumento morto’ non produce frutto, continua solo a morire. In questo caso, abbiamo messo in atto un esempio di ottima amministrazione”.

Il responsabile dell’Ufficio speciale per la ricostruzione dei Comuni del cratere Raffaello Fico, ha spiegato che “l’opera si inquadra in un più ampio processo di valorizzazione del ‘percorso dei Vestini’ che, oltre Castel Camponeschi, incrocerà altre realtà di interesse storico culturale e promuoverà ulteriori interventi di recupero”.  


Print Friendly and PDF

TAGS