Il Nuovo Basket Aquilano esordisce in B contro la Virtus Roma

di Alessio Ludovici e Michela Santoro | 29 Settembre 2023 @ 05:00 | SPORT
nuovo Basket
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Nuovo Basket Aquilano esordisce in B contro la Virtus Roma – Una gara importante quella di domenica 1° ottobre quando al PalaAngeli arriverà la Virtus Roma, favorita numero uno per la promozione, società storica del panorama sportivo italiano, che vanta nel palmares addirittura uno Scudetto, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale, due Coppe Korac e una Supercoppa d’Italia.

Si apre un anno sicuramente di maggiore difficoltà e con impegni di alto livello, ma lo spirito del team sarà quello di sempre: dare il massimo su ogni pallone trasmettendo sul parquet le doti peculiari di ogni formazione del Nuovo Basket Aquilano, doti che hanno fatto vibrare lo scorso anno le corde dell’impianto di Sant’Elia, sempre strapieno di appassionati.

Il Nuovo Basket Aquilano farà parte infatti del Girone F della Conference Centro Italia, la Division che vedrà impegnate più regioni tra tutte quelle italiane, avendo formazioni partecipanti da Sardegna, Lazio, Campania, Molise, Umbria e Abruzzo, con la squadra del capoluogo unica rappresentante regionale essendo le altre inserite nel raggruppamento E della stessa Conference, insieme alle squadre delle Marche.

Ieri, alla presenza del sindaco Pierluigi Biondi, la formazione è stata presentata alla Città dal presidente del Nuovo Basket Aquilano, Roberto Nardecchia. Presente anche Alessandro Casu, direttore dello stabilimento Sanofi Aventis, main sponsor della squadra.

 

 

La squadra

La squadra si sta allenando dal 21 agosto con grande entusiasmo, forte volontà e predisposizione da subito al lavoro, sotto la guida tecnica del nuovo coach Federico D’Addio, allenatore casertano di notevole e comprovata esperienza, affiancato da uno staff tutto aquilano, con l’assistente Luca Di Sabbato, il preparatore atletico Cristian Berardi, la fisioterapista Cristina Risetti, il medico sociale Giancarlo Torlone, il team manager Roberto Ciuffini, il Direttore Tecnico del club Paolo Nardecchia e i dirigenti Mauro Tuccella, Dante Elleboro, Fabrizio Santomaggio e Marco Visioni, coordinati dal Presidente Roberto Nardecchia.

La  rosa è formata da tante conferme dei protagonisti che hanno conquistato la promozione nella passata stagione, implementati dall’arrivo del nuovo playmaker Vincenzo Provenzani, classe 1999 per 185 cm, nella scorsa stagione alla Viola Reggio Calabria, dove era arrivato proveniente da campionati importanti disputati nella cadetteria, con Cassino, Sant’Antimo, Real Sebastiani Rieti, Partenope Napoli, Alfa Catania e Stella Azzurra Roma e dal ritorno dell’aquilanissimo Paolo Belmaggio, classe 2003 per 202 cm, di ritorno da un anno molto positivo giocato in C Gold a Roma con la Tiber per motivi di studio.

Conferme importanti quelle di altri 3 atleti non “autoctoni” del gruppo, ma che hanno saputo calarsi nella realtà aquilana mettendo in mostra oltre le proprie doti tecniche quelle di grande identificazione con lo spirito del club e della città, che li ha resi subito beneamini del pubblico: si tratta dell’argentino Leandro “Leo” Cecchi, al terzo anno in maglia biancoblù, uno dei migliori realizzatori dell’intero panorama di C Gold nazionale della passata stagione, e di Patrisio Cicivè e Michele D’Ambrosio, due autentiche colonne sotto canestro, tra i migliori lunghi in assoluto dello scorso torneo,  oltre che ragazzi di grande impatto su ogni singola gara per intensità e presenza.

Sono ben 8 su 12 gli aquilani provenienti dal Settore Minibasket e poi Giovanile del club, un autentico record a livello italiano a testimonianza della bontà da sempre espressa dalla società aquilana nella cura dei ragazzi: Massimiliano Nardecchia, capitano al decimo anno seniores, classe 1995 per 186 cm; Giulio Antonini, uno dei migliori giocatori unanimamente riconosciuti per classe e talento di C Gold nella passata stagione, classe 1997 per 186 cm; Daniele Aristotile, reduce da una grande stagione in cabina di regia al fianco del Chucho Nessi, classe 2001 per 180 cm; Lorenzo Caldarelli, guardia di grande intensità a tutto campo, classe 2001 per 186 cm; Niccolò Nardecchia, ala tiratrice classe 2002 per 188 cm; Francesco Tuccella, ala classe 2004 per 191 cm, reduce da una stagione importante con tanti minuti in campo ed Andrea Miconi, 2004 per 186 e 191 cm, al secondo anno tra i seniores per confermare la fiducia di tutti nelle suoi confronti.


Print Friendly and PDF

TAGS