Il governo approva la riforma Sangiuliano. In arrivo 17 nuovi musei autonomi

Marsilio e Liris ringraziano per l'inserimento dei musei abruzzesi

di Redazione | 29 Luglio 2023 @ 11:32 | CULTURA
Museo nazionale d’Abruzzo dell’Aquila
Print Friendly and PDF

L’ultimo Consiglio dei Ministri ha approvato in via preliminare lo schema di Dpcm che contiene la riforma del ministro Gennaro Sangiuliano: i musei autonomi, infatti, diventeranno 60 (ce ne saranno addirittura 17 nuovi).

“Ringrazio il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, per avere inserito anche il Museo archeologico nazionale d’Abruzzo di Chieti nell’intervento di riorganizzazione che porta a sessanta i musei statali italiani autonomi.Essere autonomi significa avere una maggiore dotazione di contributi, una gestione manageriale che permette decisioni rapide nell’ottica della tutela e della promozione delle strutture e consentirà di puntare alla crescita della struttura culturale con iniziative volte a richiamare nuovi visitatori”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio
 
“La scelta del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano di dotare di autonomia, in base al decreto approvato l’altro giorno in Consiglio dei ministri, il Museo archeologico nazionale d’Abruzzo di Chieti è un’ottima notizia perché lo rafforza, consente di elevarne la qualità e la fruibilità”. Lo afferma il senatore di Fratelli d’Italia Guido Liris, eletto in Abruzzo. “Si tratta di un primo e importante intervento di riorganizzazione dei musei statali italiani”, spiega Liris, “l’autonomia è una scelta operativa che consente di elevarne la qualità e la fruibilità. Alla luce dell’esperienza positiva dei primi 44 musei già dotati di autonomia speciale, si vuole estendere un modello di gestione virtuoso che vede il museo come punto di aggregazione culturale e sociale”.

Con la riforma i musei autonomi aumenteranno di numero: dagli attuali 44 si passerà ai nuovi 60, per effetto dell’accorpamento delle Gallerie dell’Accademia e dei Musei del Bargello, che diventeranno un unico istituto, e dell’introduzione di 17 nuovi istituti autonomi. Ci saranno poi tre nuovi istituti di livello dirigenziale generale: i Musei Reali di Torino, il Museo archeologico nazionale i Napoli e, appunto, la Galleria dell’Accademia–Musei del Bargello di Firenze, che accorpa le due strutture precedentemente di livello dirigenziale non generale.

Di seguito l’elenco dei nuovi istituti autonomi di livello dirigenziale non generale:

1. Residenze reali sabaude;

2. Musei archeologici nazionali di Venezia e della Laguna;

3. Musei nazionali di Ferrara;

4. Musei nazionali di Ravenna;

5. Museo archeologico nazionale di Firenze;

6. Ville e residenze monumentali fiorentine;

7. Musei nazionali di Pisa;

8. Musei nazionali di Lucca;

9. Parchi archeologici della Maremma;

10. Pantheon e Castel Sant’Angelo;

11. Musei e Parchi archeologici di Praeneste e Gabii;

12. Ville monumentali della Tuscia;

13. Museo archeologico nazionale d’Abruzzo di Chieti;

14. Musei nazionali del Vomero;

15. Musei e parchi archeologici di Capri;

16. Castello Svevo di Bari;

17. Musei e parchi archeologici di Melfi e Venosa

La Biblioteca e Complesso monumentale dei Girolamini, già dotato di autonomia speciale, passa dalla competenza della Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore a quella della Direzione generale Musei.

Di seguito l’elenco completo dei 60 istituti autonomi:

a) di livello dirigenziale generale (prima fascia):

1) Musei reali di Torino;

2) Pinacoteca di Brera;

3) Gallerie dell’Accademia di Venezia;

4) Gallerie degli Uffizi;

5) Galleria dell’Accademia di Firenze e i Musei del Bargello;

6) Parco archeologico del Colosseo;

7) Museo nazionale romano;

8) Galleria Borghese;

9) Vittoriano e Palazzo Venezia;

10) Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea;

11) Museo archeologico nazionale di Napoli;

12) Museo e il Real bosco di Capodimonte;

13) Parco archeologico di Pompei;

14) Reggia di Caserta;

b) di livello dirigenziale non generale (seconda fascia):

1) Residenze reali sabaude;

2) Musei nazionali di Genova;

3) Palazzo Ducale di Mantova;

4) Musei archeologici nazionali di Venezia e della Laguna;

5) Museo storico e Parco del Castello di Miramare;

6) Museo nazionale dell’Arte digitale;

7) Complesso monumentale della Pilotta;

8) Gallerie Estensi;

9) Musei nazionali di Ferrara;

10) Musei nazionali di Ravenna;

11) Pinacoteca nazionale di Bologna;

12) Museo archeologico nazionale di Firenze;

13) Ville e le residenze monumentali fiorentine;

14) Pinacoteca nazionale di Siena;

15) Musei nazionali di Pisa;

16) Musei nazionali di Lucca;

17) Parchi archeologici della Maremma;

18) Galleria nazionale dell’Umbria;

19) Galleria nazionale delle Marche;

20) Pantheon e Castel Sant’Angelo;

21) Gallerie nazionali d’arte antica;

22) Museo etrusco di Villa Giulia;

23) Museo delle Civiltà;

24) Parco archeologico dell’Appia antica;

25) Parco archeologico di Ostia antica;

26) Villa Adriana e Villa d’Este;

27) Musei e i parchi archeologici di Praeneste e Gabii;

28) Parco archeologico di Cerveteri e Tarquinia;

29) Ville monumentali della Tuscia;

30) Museo nazionale d’Abruzzo dell’Aquila;

31) Museo archeologico nazionale d’Abruzzo di Chieti;

32) Parco archeologico di Sepino e il Museo Sannitico di Campobasso;

33) Palazzo Reale di Napoli;

34) Biblioteca e il Complesso monumentale dei Girolamini;

35) Musei nazionali del Vomero;

36) Musei e i parchi archeologici di Capri;

37) Parco archeologico di Ercolano;

38) Parco archeologico dei Campi Flegrei;

39) Parchi archeologici di Paestum e Velia;

40) Castello Svevo di Bari;

41) Museo archeologico nazionale di Taranto;

42) Musei nazionali di Matera;

43) Musei e i parchi archeologici di Melfi e Venosa;

44) Parchi archeologici di Sibari e Crotone;

45) Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria;

46) Museo Archeologico nazionale di Cagliari.


Print Friendly and PDF

TAGS