Il Conservatorio Casella dell’Aquila omaggia Henry Mancini con “Un abruzzese ad Hollywood”

L’Aquila, 18 aprile 2024, ore 18:30 - Auditorium del Conservatorio

di Redazione | 16 Aprile 2024 @ 11:37 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA Prende il via giovedì prossimo 18 aprile alla presenza dei figli Monica, Felice e Chris Mancini, che arriveranno da Los Angeles domani, l’evento “Henry Mancini un abruzzese ad Hollywood”.

Si tratta di un programma di concerti organizzato dal Conservatorio “Alfredo Casella” di L’Aquila per celebrare l’anniversario del centenario della nascita del compositore Enrico Nicola Mancini, da tutti conosciuto come Henry Mancini. Il papà di Henry, Quinto Mancini, nacque a Scanno il 13 marzo 1893, e da bambino emigrò negli USA.

Il “Casella” è la prima istituzione a ricordare uno dei più grandi musicisti di Hollywood, proponendo un programma ricchissimo di concerti ed incontri alla presenza dei figli di Mancini.

Nato da un’idea di Paolo Di Sabatino, pianista jazz e docente del Conservatorio aquilano, il progetto è stato subito sposato dal Direttore, Claudio Di Massimantonio, e si propone di rendere omaggio ad un gigante della musica, coinvolgendo anche gli studenti del Conservatorio.

L’apertura del programma si svolgerà, quindi, a L’Aquila presso l’Auditorio del Conservatorio con un concerto che proporrà alcuni dei brani più belli e famosi di Henry, in originali arrangiamenti realizzati da Paolo Di Sabatino e, per alcuni brani, cantati dalla figlia di Henry Mancini, Monica. Si va dalla musica scritta per la Pantera Rosa (dallo stesso film verrà eseguita anche Meglio stasera, con testo di Franco Migliacci) fino al tema di Uccelli di rovo, passando per Charade e Loss in love, tema tratto da I Girasoli, un film del 1970 di Vittorio De Sica, con Marcello Mastroianni e Sophia Loren. Non mancherà una versione rivisitata della meravigliosa Moon River (Oscar 1962 per la migliore canzone), dalla colonna sonora di Colazione da Tiffany (PremioOscar per il miglior film, nello stesso anno). Domani, mercoledì 17, invece, sempre presso l’Auditorium del Conservatorio sarà registrato il cd e vinile del concerto che sarà pubblicato entro il 2024 da Azzura Music.

Ogni concerto vedrà impegnata una formazione inedita, trio jazz e orchestra d’archi, frutto di una stretta collaborazione tra docenti e allievi. Saranno infatti coinvolti i ragazzi e le ragazze dei corsi di strumento ad arco del “Casella”, insieme ai docenti: Paolo Di Sabatino – che oltre ad avere curato gli arrangiamenti sarà al pianoforte; Roberto Gatto alla batteria; Luca Pirozzi al basso. La direzione dell’orchestra è affidata a un altro docente, Gabriele Bonolis. Il coordinamento è a cura della musicologa Daniela Macchione, anch’essa docente del “Casella”.

Il concerto è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Il 19 aprile, invece, la famiglia di Henry Mancini, si sposterà a Scanno per visitare, per la prima volta i luoghi delle loro origini e festeggiare così il 100° anniversario della nascita del padre, nato a Cleveland il 16 aprile del 1924. In oltre quarant’anni di carriera nel cinema, Henry Mancini ha firmato le musiche di oltre cento film e ha vinto quattro Oscar su 18 candidature, a cui vanno aggiunti 20 Grammy e due Emmy.  Ha pubblicato più di 50 album, con oltre 300 milioni di copie vendute in tutto il mondo, e ha composto oltre 500 canzoni.


Print Friendly and PDF

TAGS