Domani, al Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila “Festa della Musica 2024”

di Redazione | 20 Giugno 2024 @ 09:15 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Al Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila torna la Festa della Musica. Venerdì prossimo 21 giugno per tutta la giornata la sede di Via Savini si riempirà di note e suoni nello spirito che anima questo avvenimento che si celebra in tutta Europa. Sarà un incontro di generi musicali dal titolo “la Prima Orchestra siamo noi” perché questa edizione è dedicata alla storia e alla tradizione della Bande Musicali.

Il corpo docente e tutti gli studenti del conservatorio aquilano saranno coinvolti in una serie di concerti gratuiti che creeranno un evento unico a partire dalle 10 del mattino e fino a sera.

Tutte le scuole dell’istituto saranno coinvolte nel dare vita a sedici concerti dal vivo e gratuiti che si svolgeranno in tutti gli spazi: nell’atrio, nell’auditorium, nella cavea esterna, nell’aula magna e in altre aule. È previsto anche un fuori programma a Sulmona nell’Abbazia di Santo Spirito al Morrone dove il quartetto “I Solisti del Casella”, noti concertisti e docenti del Conservatorio, daranno vita ad uno spettacolo dal titolo “Viaggio nella musica tradizionale”. Il progetto nasce dall’idea di fare riscoprire e raccontare i repertori di tante musiche del mondo.

Sarà una Fête de la Musique molto viva che si ripete a L’Aquila da tanti anni con lo spirito di dare voce a qualsiasi forma di musica così come è nello spirito di questa giornata che cade nel solstizio d’estate. Nata in Francia all’inizio degli anni Ottanta, non ha mai perso il suo spirito di festa popolare intorno alla Musica, quale i suoi ideatori vollero conferirgli. Un successo sin dal primo anno come fenomeno di spontaneismo trasversale, dimostratosi capace di coniugare con incredibile naturalezza i più diversi generi nei quali l’arte dei suoni può essere declinata.

Il “Casella” è lieto di invitare tutti a unirsi a noi per una giornata speciale dedicata alla Musica, all’Arte e alla Creatività – spiega il Direttore Claudio Di Massimantonio – Celebriamo il solstizio d’estate con una serie di performance coinvolgenti e ispiranti, evidenziando il talento dei nostri studenti e la dedizione dei nostri docenti. In questo momento più che mai, con la sua capacità unica di toccare il cuore e l’anima, la Musica deve infonderci il suo potere straordinario di redimere le anime dei popoli e di trascendere le barriere linguistiche e culturali. Con il suo linguaggio universale che tutti possono comprendere promuove la comprensione reciproca e la pace. Conserva le storie e le tradizioni dei popoli, fungendo da ponte tra il passato e il presente. Nelle società contemporanee svolge un ruolo fondamentale nella promozione dell’inclusione e della diversità celebrando la pluralità e il dialogo. In un mondo in continua evoluzione, dove le sfide sociali e culturali sono numerose, la Musica rimane una forza vitale che ci ricorda la nostra comune umanità e la nostra capacità di trovare bellezza e speranza anche nei momenti più difficili. Unitevi a noi per celebrare la Musica in tutte le sue forme e condividere un momento di armonia e creatività.


Print Friendly and PDF

TAGS