Il centrodestra aquilano: “Bene il Governo ma serve attenzione sul Superbonus

Così i capigruppo di maggioranza in Consiglio comunale commentando la manovra di bilancio del Governo

di Redazione | 28 Novembre 2022 @ 12:02 | POLITICA
Governo Meloni
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Con la manovra di bilancio il Governo ha dimostrato con i fatti di voler bene all’Aquila per questo – noi rappresentanti dei gruppi di maggioranza in Consiglio Comunale – vogliamo esprimere la nostra profonda gratitudine nei confronti del Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e di tutto il Governo per averci riconosciuto quello che in 10 anni di Governi di sinistra non è mai accaduto”.

Così una nota a firma congiunta dei capigruppo di maggioranza: Leonardo Scimia (Fratelli d’Italia); Daniele Ferella (Lega); Maria Luisa Ianni (Forza Italia); Laura Cococcetta (L’Aquila Futura); Luigi Faccia (Civici e Indipendenti con Biondi); Daniele D’Angelo (L’Aquila al centro).

“Nella manovra, insieme allo stanziamento del contributo straordinario per L’Aquila,  – prosegue la nota – il Governo ha posto necessarie modifiche alla misura del Superbonus 110%, croce e delizia del settore edile e delle casse pubbliche.
 
Una misura che riteniamo giusta perché tocca l’annoso problema della vetustà del patrimonio edilizio ma, allo stesso tempo, dalla difficile applicazione a causa dei continui cambiamenti apportati in corso d’opera.
 
Anche in questo caso, i nostri rappresentanti e il Governo, hanno fatto tanto per il nostro territorio con il mantenimento dell’aliquota di detrazione al 110% per le abitazioni inagibili nei crateri sismici 2009 e 2016-2017, una eccezione fondamentale per il proseguo dei lavori di ricostruzione.
 
La manovra porta importanti provvedimenti per L’Aquila, ma in sede di approvazione parlamentare si rende necessario – a nostro giudizio – apportare delle modifiche per tutelare i cittadini e le imprese che si sono esposti, credendo in questa misura.
In particolare riteniamo necessario da subito agire sulle seguenti questioni: favorire la cessione dei crediti, in particolare di quelli maturati dai proprietari che hanno usufruito del bonus insieme al contributo della ricostruzione o a quelli che hanno rinunciato al contributo sisma per passare al superbonus rafforzato. Favorire lo sblocco dei crediti già maturati e fermi nei cassetti fiscali di imprese, professionisti e proprietari; limitare gli interessi applicati dagli istituti di credito e finanziari; eliminare il termine ultimo del 25/11/2022 per presentare la Cilas o procrastinarlo almeno al 31/12/2022 per permettere a tutti di usufruire del bonus”.

Print Friendly and PDF

TAGS