Il Cardinale Petrocchi celebra la messa crismale insieme ai suoi presbiteri a Collemaggio il 30 maggio 2020

di don Daniele Pinton | 27 Maggio 2020 @ 13:15 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – All’insegna della ripresa delle attività diocesane, sabato 30 maggio 2020 nella vigilia della solennità di Pentecoste, l’ Arcivescovo dell’Aquila, cardinale Giuseppe Petrocchi, presiederà alle ore 10.00, nella Basilica di santa Maria di Collemaggio, attuale Cattedrale dell’arcidiocesi, la Messa crismale, che non è stato possibile celebrare durante la Settimana Santa a causa delle misure di contenimento del contagio da coronavirus, insieme a Mons. Giuseppe Molinari, Arcivescovo emerito dell’Aquila, a Mons. Orlando Antonini, Nunzio Apostolico e a tutti i presbiteri che prestano servizio nella nostra Arcidiocesi.

‘In questa messa che si svolge nella cattedrale, si manifesta il mistero del sacerdozio di Cristo, partecipato dai ministri costituiti nelle singole Chiese locali, che rinnovano oggi il loro impegno al servizio del popolo di Dio. Il Vescovo, circondato dagli altri sacerdoti, benedice gli oli che verranno adoperati nei diversi sacramenti: il crisma (olio mescolato con profumi), per significare il dono dello Spirito Santo nel Battesimo, nella Cresima, nell’Ordine; l’olio per i catecumeni e quello per i malati, segno della forza che libera dal male e sostiene nella prova della malattia. Attraverso una realtà terrena, già trasformata dal lavoro dell’uomo (l’olio) e un gesto semplice e familiare (l’unzione), si esprime la ricchezza della nostra esistenza in Cristo, che lo Spirito continua a trasmettere alla Chiesa sino alla fine dei tempi. Nella nuova ed eterna alleanza tutto ha valore perché tutto procede dall’Unto per eccellenza, da Gesù Cristo. In lui, come egli stesso dichiara, si realizza in pieno il testo di Is 61,1-2. Gesù dimostra attraverso le opere la sua missione (Atti 10,38)’.

Le disposizioni sanitarie consentono un acceso limitato nelle chiese (massimo 200 persone), per cui oltre ai sacerdoti dell’Arcidiocesi, saranno presenti i soli religiosi e diaconi permanenti.

Nella concelebrazione eucaristica, in cui saranno ricordati nella preghiera tutti i sacerdoti che a causa del Covid-19 in Italia hanno perso la vita, i sacerdoti rinnoveranno le promesse del giorno dell’ordinazione, e anche quanti quest’anno hanno celebrato o celebreranno una ricorrenza giubilare del ministero. Tra di loro don Iban Jesus Munoz Gallardo celebra il 10° anniversario di ordinazione presbiterale, don Alexander Lemchi, don Antonio Iurlaro, don Artur Sidor, don Manuel Cepeda e don Luigi Abid Sid, il 25° anniversario, mentre Padre Corrado Lancione O.f.m Capp il 60° anniversario.

Durante la messa, il Cardinale arcivescovo benedirà gli oli santi, che serviranno durante l’anno ai sacerdoti per amministrare i sacramenti: l’olio dei catecumeni per i battesimi, l’olio del crisma per l’iniziazione cristiana e la cresima, e l’olio degli infermi per l’unzione degli ammalati.


Print Friendly and PDF

TAGS