Il cardinale Enrico Feroci, diventerà cittadino onorario di Pizzoli

di don Daniele Pinton | 16 Dicembre 2021 @ 06:00 | CREDERE OGGI
Enrico Feroci
Print Friendly and PDF

Il 26 dicembre 2021, a un anno esatto da quello che doveva essere il ‘suo ritorno a casa’ come Cardinale, ‘saltato’ per la pandemia che in quel momento non dava tregua, il cardinale Enrico Feroci, nato a Pizzoli il 27 agosto 1940, diventerà cittadino onorario del suo paese nativo.

Il Cardinale Feroci, la mattina del 28 agosto 2021, giunto a L’Aquila per presiedere la liturgia eucaristica di inizio della 727a Perdonanza Celestiniana, è tornato a Pizzoli, dove, accompagnato dal Cardinale Arcivescovo Giuseppe Petrocchi e dal parroco di Pizzoli, don Claudio Tracanna, ha incontrato la comunità parrocchiale e le autorità civili del comune di Pizzoli, recandosi anche a Santo Stefano a monte, nel luogo dove è stato battezzato nel 1940.

Il prossimo del 26 dicembre, prevede alle ore 10, l’arrivo del Porporato nella sede del Comune di Pizzoli, dove il Consiglio Comunale gli conferirà la Cittadinanza onoraria. Successivamente, il porporato, alle ore 11, presiederà la Messa solenne in onore del Santo Patrono di Pizzoli, animata dal Coro Diocesano Giovanile San Massimo.

La celebrazione solenne, presieduta dal cardinale Feroci, sarà l’occasione in cui il Sindaco di Pizzoli, Giovanni Anastasio, offrirà come da tradizione, un cero al Santo Patrono.

Creato cardinale da Papa Francesco, nel concistoro del 28 novembre 2020, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 15 novembre, per l’imposizione delle mani del card. Angelo De Donatis, vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, assumendo come motto episcopale, “Domino necessarius est”, che significa “Il Signore ne ha bisogno”, tratto dal vangelo secondo Marco (Mc. 11, 3).


Print Friendly and PDF

TAGS