Il 25 novembre all’Univaq, convegno internazionale sulla storia della miniatura

di Redazione | 22 Novembre 2021 @ 16:09 | CULTURA
scienze umane l'aquila univaq
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Giovedì 25 novembre alle ore 15:30 nell’Aula Magna “Alessandro Clementi” del Dipartimento di Scienze umane, Univaq,  sarà inaugurato il Convegno internazionale “La storia della miniatura e le ‘scuole’ italiane ed europee: trasmissione, persistenza, contaminazioni”, a cura di Cristiana Pasqualetti. Il Convegno si articolerà in quattro sessioni e si chiuderà sabato 27 novembre nella sede del Palazzo dell’Emiciclo.
A maestri del passato e del presente, i cui studi hanno contribuito a delineare la specificità disciplinare della storia della miniatura, si deve la caratterizzazione delle principali “scuole” italiane ed europee fra Medioevo e Rinascimento, il cui raggio d’azione e durata non furono sempre coincidenti con i confini territoriali e cronologici assegnati alle arti sorelle. Benché sempre più coinvolti nel corpo a corpo con i testi e nell’impegnativo dialogo con le altre discipline del libro manoscritto, gli storici della miniatura continuano tuttora a far riferimento agli ambiti stilistici individuati dalla connoisseurship dei “padri” (e delle “madri”, naturalmente) fondatori di questo peculiare dominio storico-artistico, che ne hanno forgiato i metodi e gli strumenti di analisi. In occasione del Convegno gli storici della miniatura presenteranno le loro attuali ricerche su concreti casi di studio che richiedano di misurarsi con uno o più dei seguenti temi: 1. le proposte attributive dei maestri-conoscitori e la definizione (o la ridefinizione) delle “scuole” locali italiane ed europee; 2. trasmissione e permanenza degli stili locali; 3. contaminazione fra aree stilistiche diverse; 4. i rapporti con le altre arti figurative.


Print Friendly and PDF

TAGS