I falò alla Crocetta, l’ultima moda dell’aperitivo serale

Lo scorso anno, un mese di incendi devastarono le montagne di Arischia, Cansatessa e Pettino

di Matilde Albani | 02 Luglio 2021 @ 06:00 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA –  Come il falò sulla spiaggia, l’ultima moda nostrana è quella di accendere fuochi anche in montagna al tramonto, per un aperitivo in quota. All’arrivo della Crocetta a San Giuliano e alla Rocchetta di Monte Pettino, vengono accesi abitualmente fuochi, tanto che alcuni residenti hanno segnalato la cosa.  Sicuramente un momento piacevole delle gita in montagna è la sera, quando si chiacchiera e mangia intorno alla brace, ma tutto questo si può fare? Chi utilizza il demanio in un modo non conforme alla sua destinazione, richiederebbe quantomeno un’autorizzazione dell’amministrazione locale.

Al di là della pericolosità o meno del fuoco nel momento in cui brucia, i falò lasciano sempre residui di cenere e di tizzoni.

Lo scorso anno, prima il bosco di Arischia, poi quello vicino a Cansatessa, furono devastati dalle fiamme. Roghi dolosi che fecero arrivare il fuoco fino all’abitato di Pettino, e durarono oltre un mese.


Print Friendly and PDF

TAGS