I dati di Openpolis su come gli stati Ue implementano il Gdpr

di Redazione | 01 Dicembre 2021 @ 11:18 | AMMINISTRAZIONE E FISCO
openpolis pc
Print Friendly and PDF

A tre anni e mezzo dall’implementazione del Gdpr, il regolamento Ue per la protezione dei dati personali, i paesi dell’Unione europea hanno imposto numerose sanzioni alle aziende responsabili di infrazioni, per un totale di 1,3 miliardi di euro.

Il contributo maggiore proviene dalla Spagna, che da sola ha inflitto il 35% delle multe. Ma sono Irlanda e Lussemburgo ad aver registrato gli incassi maggiori, grazie a due sentenze storiche contro Amazon e Whatsapp che hanno generato un totale di 972 milioni di euro. 908 le sanzioni imposte dai paesi Ue secondo il regolamento Gdpr, da maggio 2018 a novembre 2021.

Di per sé l’imposizione di sanzioni non è un principio guida del Gdpr, ma una loro totale assenza sarebbe un segno di mancata applicazione del regolamento. Tuttavia è importante sottolineare che questi procedimenti richiedono tempo e risorse. Dipendono quindi strettamente dai finanziamenti concessi alle agenzie nazionali per la protezione dei dati personali. In Ue, questi finanziamenti sono aumentati dell’82% dal 2016 a oggi, ma con notevoli disparità tra i paesi membri. La Germania è il primo paese Ue per investimenti nella protezione dei dati Gli investimenti nelle agenzie nazionali per la protezione dei dati personali nei paesi UE 

Dati Openpolis

 


Print Friendly and PDF

TAGS