I consigli della dermatologa: al sole, ma con la giusta attenzione

Dottoressa Antonini, "riapplicare fotoprotezione ogni 3 ore e mappa nevi dalla pubertà"

di Matilde Albani | 15 Giugno 2021 @ 06:00 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’estate abbiamo voglia di gustarci ogni raggio di sole. Quando l’esposizione è eccessiva e non si assumono le dovute precauzioni, però, il sole può diventare pericoloso.

“E’ chiaro che  preso in modo corretto –  spiega  a Laquilablog la dottoressa Ambra Antonini, dermatologa –   è un grande alleato del nostro equilibrio psico-fisico, una sorta di antidepressivo che attiva  una sensazione di benessere”.

“I danni da foto-invecchiamento sono causa di tumori epiteliali, in particolare del melanoma che ha avuto negli ultimi anni una  incidenza  raddoppiata tra i giovani. La diagnosi di melanoma in un adulto di oggi –  spiega ancora Ambra Antonini –  è spesso la conseguenza di come si è preso il sole  da giovani”.

Ecco, allora, cosa fare.

  1. Come prima cosa non esponiamoci al sole nelle ore più calde della giornata (dalle 12 alle 15) e quando lo facciamo, è necessario proteggere la nostra pelle con fattore di protezione adeguato.
  2. Fondamentale è riapplicare la fotoprotezione ogni 3 ore nell’arco della giornata.
  3. Nell’ambito della prevenzione primaria la videodermatoscopia annuale, meglio nota come mappa nevi,  dalla pubertà in poi

Print Friendly and PDF

TAGS