“I Cento passi”, dal 31 luglio il festival di danza che unisce L’Aquila e il territorio

di Redazione | 23 Luglio 2021 @ 15:34 | EVENTI
i cento passi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Nasce a l’Aquila il Festival Danza I CENTO PASSI dal 31 Luglio al 22 settembre,  6 appuntamenti con compagnie di danza di fama internazionale che saranno presenti in città  con un programma che copre tutti i settori della danza. 

 “I Cento Passi” ha la  Direzione Artistica  di Loredana Errico  (Centro studi L’Aquila Danza- Teatro dei 99) e Amalia Salzano (Coreografa); due amiche, due colleghe, due professioniste che dedicano la loro vita alla danza in tutti i suoi variegati aspetti, da quello didattico, a quello artistico fino ad arrivare a quello istituzionale ricoprendo da molti anni i ruoli di Presidente (Amalia Salzano) e Vicepresidente (Loredana Errico)dell’AIDAF (Associazione Italiana Danza Attività di Formazione) socio fondatore di Federvivo in seno all’AGIS. 

Con il progetto del festival i CENTO PASSI riconosciuto lo scorso Luglio dal  FUS, il Fondo Unico dello Spettacolo che di fatto fa compiere alla struttura organizzativa e artistica il “salto” di qualità proiettando tutta la squadra del Centro Studi l’Aquila Danza- Teatro dei 99 nel novero delle Istituzioni riconosciute dal Ministero Italiano della Cultura.

Oltre alle sei serate principali  nel  territorio della comunità montana Montagne di L’Aquila si svolgeranno  lezioni ed incontri  con coreografi  ospiti del festival.

 Il Festival sarà realizzato grazie al sostegno della Regione Abruzzo, del Comune dell’Aquila e della Comunità Montana “Montagna di L’Aquila”.

Per Loredana Errico direttore artistico dei I CENTO PASSI  Il Festival è la proposta innovativa di un viaggio reso contemporaneo dalla sua stessa storia e filosofia di vita. Un viaggio che vuole regalare emozioni legate alle radici, alla storia di un popolo in cui ciascuno può ritrovare il “suo” popolo, la “sua” storia; raccontare di partenze, migrazioni, ritorni e permanenze; atmosfere rarefatte in cui si incontrano passati e presenti e si scorge come proiettarsi verso nuovi futuri. Compiere “I cento passi” quindi, è un viaggio che, attraverso la danza, ci fa vivere la vita di Astor Piazzolla e contemporaneamente tante vite diverse. 

Il teatro è ancora e sarà sempre un porto franco, un luogo in cui potersi esprimere, confrontare e vivere emozioni condivise e reali” ci dichiara in conferenza stampa la coreografa e Presidente AIDAF Amalia Salzano. 

“Il festival Danza dal titolo I CENTO PASSI, convintamente sostenuto dall’amministrazione comunale, arricchisce il cartellone di eventi dell’estate aquilana e conferma la validità delle attività promosse dall’associazione L’Aquiladanza – Teatro dei 99, che proprio in virtù di questa importante iniziativa ha recentemente ottenuto dal ministero della Cultura il riconoscimento di Istituzione  Culturale afferente al Fondo Unico per lo Spettacolo”. Pierluigi Biondi, Sindaco dell’Aquila .

“La danza per elevare lo spirito e spingerlo ad andare oltre fino a superare, con coscienza critica, le vicissitudini quotidiane”, l’affermazione è del sindaco di Navelli e Commissario della Comunità Montana Montagna di L’Aquila, Paolo Federico, “siamo onorati di poter offrire, come                      Comunità Montana, il nostro piccolo contributo per un Festival che arriva a dare  sostegno alle persone in un momento come questo e in una città come L’Aquila.

“Credo sia importante sottolineare, oltre il valore artistico-culturale della manifestazione in parola, anche e soprattutto l’occasione offerta di riscoprire la bellezza e la leggerezza che uno spettacolo di danza offre; la necessità di riassaporare il gusto dell’incontrarsi e condividere sensazioni positive, è senza dubbio fortemente condivisa da tutti e necessari per affrontare i problemi del quotidiano con rinnovata carica positiva.” Roberto Santangelo Vice presidente Consiglio Regione Abruzzo.

PROGRAMMA del FESTIVAL 

Voce narrante di tutti gli appuntamenti l’attore Andrea Fugaro

Sabato 31 luglio  ore 21.30  Palazzo dell’EMICICLO Regionale – L’Aquila 

STRAVINSKY/DEBUSSYVOYAGE

Con la partecipazione di  VLADIMIR DEREVIANKO

a cura di DANIELE CIPRIANI

 INTERPRETI

Stravinsky è Vladimir Derevianko 

Suite italienne (da Pulcinella)

Lunedì  2 Agosto   ore 21.30  Palazzo dell’EMICICLO Regionale – L’Aquila

CLASSICO TANGO E RITORNO 

Compagnia Nuovo Balletto Classico 

Ospite L’Etoile LILIANA COSI 

Mercoledì 4 Agosto   ore 21.30  Palazzo dell’EMICICLO Regionale  – L’Aquila

LA LUNA DEI BORBONI 

Compagnia Balletto del SUD di FREDY FRANZUTTI 

Venerdì   6  Agosto   ore 21.30  Palazzo dell’EMICICLO Regionale – L’Aquila

LIBERTANGO 

Ballata per Astor Piazzolla

Compagnia Mediterraneo del Balletto di DIEGO WATZKE 

 

Domenica    22  Agosto   ore 19,00 e ore 20,00  Cortile Cappa Cappelli – L’Aquila

CROSSOVER

Compagnia E-Motion  di FRANCESCA LA CAVA 

Mercoledì    22  Settembre    ore 19,00 e ore 20,00  Corso Vittorio Emanuele  – L’Aquila

(libreria Colacchi) 

VIS A VIS 

Compagnia Egri Bianco Danza  di SUSANNA EGRI e RAPHAEL BIANCO 

Informazioni e prenotazioni: 

[email protected]

Tel.333 7248644

Prenotazione obbligatoria sulla piattaforma www.i-ticket.it

Costi: 

Biglietto singolo 10 euro

Biglietto singolo con riduzione o convenzione 5 euro

Abbonamento per 6 spettacoli 35 euro. 

CENTRO STUDI L’AQUILA DANZA 

In questi anni il C.S. L’Aquila Danza – Teatro dei 99 si propone come un luogo “intimo” dove “fare cultura”, un luogo dove condividere momenti d’arte che rappresentano alimento per le menti e l’anima; uno spazio multidisciplinare a disposizione della città in cui ciascuno può sentirsi “a casa”.

Nel tempo la programmazione e l’offerta delle sue attività si è notevolmente ampliata: la stagione teatrale si affianca ad attività ad essa connesse come gli Incontri con i vari artisti ospiti che offrono a chi, amatore e/o professionista, vuole conoscere più da vicino il lavoro dell’artista o semplicemente fare una esperienza, ma anche consentire a chi frequenta discipline artistiche e le pratica, la possibilità di un approfondimento.

La scuola del C.S. L’Aquila Danza- Teatro dei 99 che opera sul territorio aquilano ed abruzzese da 32 anni nel campo della danza, della musica, del teatro e del musical, offre un ventaglio di corsi che consentono ai più piccoli, di crescere coltivando passioni ed esplorando sé stessi ed i propri talenti; ai ragazzi, la possibilità di riconoscersi in gruppi il cui comune denominatore è la voglia di stare insieme condividendo obiettivi e passioni; agli adulti, l’opportunità di ritagliarsi uno spazio personale in cui frequentare sé stessi mettendo in gioco le proprie capacità.

L’impostazione data al lavoro svolto fin qui, ha un positivo e piacevole riscontro   nell’incoraggiante risposta del pubblico in costante aumento, nonostante la complessità di una proposta sempre di elevata qualità artistica, ma, non sempre scontata e rassicurante, che vede alternarsi, in scena e nelle sale didattiche, artisti riconoscibili ad altri meno popolari ma altrettanto interessanti ed innovativi.

Il lavoro svolto mira a creare uno spettatore e/o un’artista che vada a teatro per il piacere del frequentare il teatro e del fare teatro, e non esclusivamente legandosi al nome di maggiore richiamo in cartellone. Uno spettatore e/o un’artista che creda nel potere del teatro, nella sua funzione civica e sociale, che sappia fare di ogni stagione teatrale e di ogni volta in cui calca un palcoscenico, un piccolo tesoro da portare con sé: un’esperienza!

L’augurio è che, la varietà delle proposte messe in campo, possa sempre di più incuriosire, stimolare, appassionare; certi di stare lavorando con attenzione e scrupolo, consapevoli della responsabilità che un teatro ha nei confronti del suo pubblico e dei più giovani.

LOREDANA ERRICO

Direttore Artistico del C.S. L’Aquila Danza- Teatro dei 99 

(Scuola, Teatro, Compagnia) 

Vice Presidente AIDAF– AGIS

Laureata in Scienze Geologiche e Geofisiche presso l’ateneo Federico II di Napoli, con tesi sperimentale, poi pubblicata, presso l’Osservatorio Vesuviano.

Danzatrice professionista a soli 17 anni al fianco di nomi prestigiosi come Margarita Trayanova ed Enzo Cesiro, sceglie di dedicarsi all’insegnamento della danza ed alla coreografia per poi, ad oggi, scrivere e dirigere spettacoli multidisciplinari e dal 2021 Direttore Artistico del Festival Danza sostenuto dal FUS “I Cento Passi” (I ed. 2021 L’Aquila)

Per un lungo periodo conduce il suo percorso lavorativo dividendosi fra scienza ed arte; in qualità di ricercatore universitario nel campo della geofisica della terra solida, presso l’Università degli studi dell’Aquila, gestisce la rete sismometrica dell’aquilano e contemporaneamente fonda la sua scuola di danza a L’Aquila “Scarpette Rosse”, che, dopo essere stata per  un lungo periodo Centro Studi L’AquilaDanza, oggi è Scuola del Teatro dei 99, danza, musica, teatro, musical. Dal 2000 è responsabile di progetti per la scuola in ambito curricolare e non; è anche titolare di Progetti PON e OPCM. Dal 2011 è Vice Presidente AIDAF- AGIS. Nel 2014 fonda e dirige il Teatro dei 99 a L’Aquila organizzando stagioni di prosa, musica, danza, teatro ragazzi e progetti speciali originali. Nel 2015 è docente per il progetto Backstage “Pandora – laboratori di Visioni” ospitando al Teatro dei 99 diversi laboratori con Alessandro Preziosi e tanti altri docenti di teatro, audiovisivi e cinema.

Regista teatrale, organizzatrice di eventi culturali e artistici. Fra le tante spiccano le collaborazioni con gli artisti Paola Gassman, Edoardo Siravo, Giorgio Pasotti, con e per i quali ha realizzato e messo in scena diversi Recital.

Alcuni Titoli:

L’AMOR CHE MOVE (Basilica di S. Bernardino – Perdonanza Celestiniana 2015) con Paola Gassman

DA SHAKESPEARE A PIRANDELLO (tournée nazionale 2016/17 abbinata a matinée per le scuole) con Giorgio Pasotti

IMPETUS IN ANIMA (Recital su S. Caterina con Edoardo Siravo -Teatro Brancaccio – Roma 2016 e Basilica di S. Bernardino – Perdonanza Celestiniana 2017)

FUTURI REMOTI (spettacolo in memoria del sisma del 2009 dell’Aquila – Perdonanza Celstiniana 2010)

MEMORIA E IDENTITÀ – I cantieri dell’Anima (spettacolo liberamente ispirato al testo di Mons. Giovanni D’Ercole che ne è stato anche Voce Recitante)

PENSIERI E PAROLE (Omaggio a L. Battisti – Festival I CANTIERI DELL’IMMAGINARIO – Aq)

SANREMO: 70 ANNI DI EMOZIONI (Omaggio al Festival della canzone italiana -I 

CANTIERI DELL’IMMAGINARIO – Aq)

SAN MASSIMO: modello e testimone di fede per i giovani d’oggi (Festa della Rinascita – Aq 2019 e 2021)

CARO LUCIO, TI SCRIVO … – Omaggio a L. Dalla – Perdonanza Celestiniana 2021

Amalia Salzano 

Coreografa

Docente di Danza Jazz

Presidente AIDAF- AGIS

Vice Presidente AI.FOR.ART. – AGIS

Presidente Ass. Reg.le ARTÈCA e Ass. ALA Promozione delle Arti. 

Formazione e perfezionamento in danza classica con W. Valentino, R. Nunez, V. Litvinov, M.Trayanova. Studia Sbarra a terra, Metodo Kniaseff, con N. Winkelmann (Parigi 1986/87/88). Si specializza nella danza jazz studiando per anni con i due Maestri M.Mattox e Luigi, diventando divulgatrice delle loro tecniche.

Si dedica in particolare alla Tecnica Mattox e, dopo molti anni, ottiene dal M° Mattox l’autorizzazione formale ad insegnare la sua tecnica anche a livello professionale. Si specializza ulteriormente nella danza jazz a New York, studiando con C. Martha, V. Suarez, M. Stone, M. Assaf, M. Owens, S.Taylor.

Come Docente, ha ideato il progetto: “La danza jazz , un patrimonio da tutelare”, con l’obiettivo di salvaguardare e divulgare la danza Jazz . Si impegna a diffondere e tutelare la Tecnica Mattox, mantenendone intatto il patrimonio con assoluta fedeltà alla tecnica codificata dal Maestro.

Docente ospite presso Centri di formazione su tutto il territorio nazionale (Ials, Roma; Scuola di Balletto Cosi Stefanescu, Reggio Emilia; Jazz Ballet , TNT, Torino; Movimento Danza, Napoli; AID, Roma; Centro Studi L’Aquila Danza ora Teatro dei 99, l’Aquila; Nasco Danza, Porto San Giorgio; Heart 4 Dance Studio, Roma…).

Tiene stage di danza jazz in tutta Italia. 

Dirige dal 1991 al 1998 una compagnia di danza jazz , la Compagnia Danse Ensemble con cui partecipa a molti spettacoli. ( Roma, Salerno, Torino, Napoli, Vignale, Rieti…) Partecipa con la compagnia alla trasmissione di Rai Uno “Uno Mattina” in varie puntate nel 1993/94. Coreografa per spettacoli teatrali, concerti all’estero e compagnie di danza. ( Vienna, Oloumucz, Bratislava, Torino, Roma, Napoli…)

Membro di giuria di importanti concorsi nazionali. Regista teatrale e assistente di regia televisiva. Organizzatrice di eventi culturali e artistici.

Come presidente di AIDAF- AGIS al suo quarto mandato,  porta avanti le istanze della danza italiana. E’ vice- presidente di AIFORART, Associazione Italiana  Formazione delle Arti, in seno all’AGIS. 

E’ tra i dieci personaggi protagonisti del libro “Le Parole della danza” del M°A. Masella, presentato a Milano il 10-10-2015.

Premi: Premio per la coreografia, Concorso Week end in palcoscenico, Pinerolo, 1993; Premio “Percorsi Salernitani” 2002; Premio “ Principessa Sichelgaita ” 2006; Premio “Napoli che danza” 2010; Premio “ Città di Tivoli” 2013; Premio “Napoli in the world” 2013; Premio “Bel Canto” alla carriera, Xedizione, 16-3 2018.

Compagnia Daniele Cipriani

La Compagnia Daniele Cipriani è riconosciuta dal Ministero dei beni e delle attività culturali come organismo di produzione per la danza.

Ha interpretato in Italia e all’estero Lo Schiaccianoci (premio “Oscar della Danza – Best Italian Dance Box Office 2016/2017”), Coppelia e Carmen di Amedeo Amodio, in teatri lirici come il Petruz elli di Bari, il Regio di Torino, il Carlo Felice di Genova, il Verdi di Trieste e il Lirico di Cagliari, nonché al Festival di Spoleto.

Altri significativi lavori sono: Mediterranea di Mauro Bigonzetti – tournée Italia, ed estero-Festival di Sochi (Russia), e Prélude à l’après-midi d’un faune-prima al Museo Manzù di Ardea. Nel repertorio ci sono lavori come Puccini di Julien Lestel e, ora, Shine – Pink Floyd Moon di Micha van Hoecke.

Tra le étoile ospiti della Compagnia: Eleonora Abbagnato (Opéra de Paris), Ashley Bouder e Andrew Veyette (New York City Ballet), Alexei Popov (Balletto dell’Opera di Monaco di Baviera), Liudmila Konovalova e Davide Dato (Balletto dell’Opera di Vienna), Vito Mazzeo (Balletto Nazionale Olandese), Amilcar Moret Gonzalez, Anbeta Toromani e Alessandro Macario.

Stravinsky/Debussy 

VOYAGE

CON LA PARTECIPAZIONE DI VLADIMIR DEREVIANKO

a cura di DANIELE CIPRIANI

***

 INTERPRETI

Stravinsky è Vladimir Derevianko 

Suite italienne (da Pulcinella)

Coreografia Sasha Riva e Simone Repele – Musica Igor Stravinskij

con il costume disegnato da Pablo Picasso

Danzano Sasha Riva e Simone Repele

 

Prélude à l’après midi d’un faune

Coreografia Amedeo Amodio – Musica Claude Debussy

Danzano Susanna Elviretti e Mattia Tortora

L’Uccello di fuoco

Coreografia Marco Goecke – Musica Igor Stravinskij

Danzano Sasha Riva e Simone Repele

Compagnia Nuovo Balletto Classico

La Compagnia, fondata da Liliana Cosi e Marinel Stefanescu, oggi ha un repertorio classico, neo-classico e moderno ed è attiva su tutto il territorio italiano , dalle grandi città ai paesi, sia in teatri lirici che in altri spazi anche all’aperto. Più di una ventina le nuove produzioni, circa 2000 gli spettacoli rappresentati in più di 450 città italiane e 60 estere. Moltissime le tournée dal Giappone alla Cina, dall’America al Brasile, in Medio Oriente e in molte città Europee. Di recente è stata invitata in Russia per partecipare, con due spettacoli differenti al Festival Internazionale di Balletto dedicato a Rudolf Nureyev che si è svolto nella sua città natale Ufa in Bashkiria, al Teatro d’Opera e Balletto.

Riconoscimenti e premi nazionali ed internazionali costellano l’attività di ormai trent’anni di questa Compagnia, la prima in Italia in grado di diffondere capillarmente l’arte del balletto classico coi suoi intrinsechi valori di armonia e bellezza.

Fin dagli inizi la sua attività ha sempre riscontrato una grande risonanza da parte della stampa, ad oggi si contano più di 7200 articoli su giornali e rotocalchi in tutta Italia e all’estero.

CLASSICO, TANGO E RITORNO

Il tango è un ballo basato sull’improvvisazione, caratterizzato dall’eleganza e dalla passionalità. Il passo base del tango è il passo in sé, dove per passo si intende il normale passo di una camminata. La posizione di ballo è un abbraccio frontale più o meno asimmetrico, a seconda dello stile, in cui l’uomo con la destra cinge la schiena della propria ballerina e con la sinistra le tiene la mano. 

Poche regole semplici dettano i limiti dell’improvvisazione: l’uomo guida, la donna segue.

’Questa sera lasciamo che l’arte ci dia momenti di felicità, un rifugio di esistenza straordinaria, parallela a quella quotidiana.

Occorrono occhi freschi, liberi da ogni pregiudizio per godere dell’arte.

Fortunatamente essa ha una grande dote, quella di essere inesauribile. È un processo senza fine, nel quale non si smette mai di imparare.

Il “Balletto del Sud” 

La compagnia Balletto del Sud, è stata fondata ed è diretta dal coreografo italiano Fredy Franzutti.  Ospite del Teatro Bolscioj di Mosca, dell’Opera di Roma, dell’Opera di Sophia, dell’Opera di Montecarlo, di Magdeburg, di Tirana e di Bilbao. Riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali dal 1999, ha un organico composto da 18 solisti di diverse nazionalità. La compagnia, vanta un repertorio di 39 produzioni con titoli classici e moderni 

con  étoiles ospiti come Carla Fracci, Lindsay Kemp, Luciana Savignano,  Alessandro Molin, Xiomara Reyes, Letizia Giuliani. Tournèe, in Italia e all’estero con circa 104 spettacoli ogni anno. 

LA LUNA DEI BORBONI

“…La luna dei Borboni

col suo viso sfregiato tornerà

sulle case di tufo, sui balconi.

Sbigottiranno il gufo delle Scalze

e i gerani — la pianta dei cornuti —,

e noi, quieti fantasmi, discorreremo

dell’unità d’Italia.

Un cavallo sorcigno

Camminerà a ritroso sulla pianura.

Lo spettacolo, ispirato all’omonima poesia di Vittorio Bodini, inscena le atmosfere evocative dell’area mediterranea raccontata dal poeta.

 “La luna dei Borboni” poiché nulla è modificabile nella sostanza delle cose e nella trasposizione fantastica muta il luogo della sofferenza in una parentesi di rilassatezza, forti delle proprie origini arcaiche. La perdita totale della connotazione geografica proietta le immagini evocate in una condizione globale della situazione umana. 

Nel finale anche Pantaleone parte per l’Argentina dove creerà la sua famiglia, suo figlio Vicente e poi suo nipote Astor al quale regalerà la sua fisarmonica portata dalla Puglia…ma questa è un’altra storia.

Compagnia Mediterranea del Balletto

La Compagnia, diretta da Diego Watzke, debutta al Teatro Politeama di Napoli nel gennaio 1998 con “La Sacre du Printemps e Les ailes de la mort” e successivamente ingaggiata dal prestigioso Festival Internazionale di Ravello, Giardini di Villa Rufolo. Iscritta al Registro Regionale dello Spettacolo a Napoli, adottata in residence dall’associazione Terraz e dell’Arte, sostiene Emergency nel 2001 e fino al 2020 esordisce con nuove produzioni nei Festival di Amiternum, Giffoni, Ceppaloni, Pompei, Anacapri, Bergamo, Milano, L’aquila, Trento, Salerno, Roma e tour nei principali teatri Italiani.

LIBERTANGO BALLATA PER ASTOR PIAZZOLLA

Un viaggio nell’anima del tango, nell’argentina degli italiani come diceva e scriveva spesso Ernesto Sàbato poeta, saggista, giornalista, critico letterario e storico. Un tributo a lui, all’incessante amore e speranza nel futuro che tanto traspare dal suo capolavoro letterario “EL TANGO. 

L’immigrazione europea in Argentina, affronta questioni esistenziali legate alla condizione umana, solitudine e malinconia, ma anche amore, resilienza e speranza.

È teatro, è mascheramento del sé più profondo, è la scenografia della vita, dei costumi, dei riti, degliumori, è il cercare, il sentirsi, il motivare che niente è cosi per come si vede, ma è tutto celato qui, inquesto momento.

Gruppo e-motion di Francesca La Cava

Compagnia di danza contemporanea con sede a L’Aquila, finanziata dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali; è sostenuta dalla Regione Abruzzo e dal Comune dell’Aquila.

Svolge coproduzioni e residenze in Italia e all’estero.

GRUPPO E-MOTION ha partecipato ai più importanti Festival e stagioni teatrali nazionali e internazionali: USA-Spagna- Svizzera.

CROSS-OVER 

“Nella realtà multiforme in cui viviamo siamo sempre costretti a convivere con ambienti e situazioni che cambiano velocemente adattandoci istantaneamente. In crossover la musica crea spazi che non hanno luoghi di provenienza nè destinazioni, non hanno passato né futuro, si manifestano improvvisamente influenzando il vissuto degli interpreti, dello spazio e dell’architettura circostante.”

Compagnia EgriBiancoDanza di Susanna Egri e Raphael Bianco

La Compagnia EgriBiancoDanza, diretta da Susanna Egri e Raphael Bianco, riconosciuta dal Ministero della Cultura, dà vita ai principi fondamentali sui cui si basa la Fondazione Egri per la Danza: formazione, promozione e diffusione dell’arte coreutica in Italia e all’estero. Si compone di danzatori provenienti da esperienze professionali di alto livello e possiede un solido repertorio che spazia dal balletto neoclassico alla danza contemporanea. La Compagnia ha ottenuto brillanti successi sia in Italia che all’estero, ha presentato spettacoli in Argentina, Ungheria, Malta, Grecia, Serbia, Russia, Francia e Portogallo, Belgio, Macedonia, Cile e Bosnia e in tutta l’Italia.


Print Friendly and PDF

TAGS