Hans Niemann ha barato oltre 100 volte, inclusi tornei ufficiali

di Redazione | 07 Ottobre 2022 @ 06:05 | CHECKMATE
Niemann
Print Friendly and PDF

Gli scacchi sono un mondo meraviglioso, ma la realtà che gira intorno a questi spesso risulta particolarmente eccentrica come nel caso di Hans Niemann. Da Granmaestri che vanno nudi in stazione fino ad altri che credono in una forza superiore che li spia e per questo distruggono ogni dispositivo elettronico che li circonda, molte persone sentono parlare degli scacchi per episodi di cronaca ad esso correlati, come ad esempio il fatto che un campione del mondo, Alekhine, è morto dinanzi ad una scacchiera. L’episodio che ha portato, di nuovo, l’interesse dei quotidiani è la vicenda di Hans Niemann, GM che ha battuto Magnus Carlsen ed in seguito è stato accusato di aver barato. 

Un’accusa incredibilmente dura, infatti “negli scacchi (su scacchiera) è praticamente impossibile provare che qualcuno stia barando senza che gli cada un auricolare dall’orecchio mentre gioca una mossa” [Y. Nepomniachtchi], invece mentre si gioca online risulta facile comprendere se qualcuno stia barando e per questo motivo allontanarlo da piattaforme di gioco quali Chess.com o Lichess. Per poter comprendere a pieno come si bara online bisogna tenere in considerazione che ad oggi – ma già da un paio di decenni – non c’è essere umano che sia più bravo di un computer a giocare a scacchi, per questo motivo durante una partita, al pc, si può tranquillamente aprire una schermata con stockfish e vedere quale mossa giocare per poter battere l’avversario. Di conseguenza, se una persona in un range di 30 partite prende la mossa migliore un’80% delle volte, si può dire che molto probabilmente a meno che non sia un GM, abbia barato. 

Niemann si è difeso dalle accuse fatte da Carlsen ammettendo che in giovane età ha barato, non in tornei ufficiali in cui c’erano dei soldi in palio, e che questa cosa lo ha fatto vergognare al punto di smettere. Ieri il sito chess.com ha pubblicato un resoconto di 70 pagine che ha sconvolto il mondo in cui viene affermato che Niemann ha barato negli ultimi anni più di 100 volte, anche in tornei con soldi a carico e contro avversari di spicco quali il Granmaestro Yan Nepomniachtchi. Interessante che proprio Yan fosse uno dei GM che appena saputo della partecipazione di Hans ha richiesto maggiori misure di sicurezza. 

Negli scacchi barare è un’onta che è impossibile scrollarsi di dosso e questo comporta la rimozione da vari tornei ufficiali e di prestigio che permettono ad un giocatore di farsi conoscere e guadagnare somme sempre più significative. Importante, quindi, che lo stesso Hans abbia preso parte al campionato americano, vincendo con eleganza e grazia la sua prima partita. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS