Guerra, undicesimo giorno. Russia prosegue offensiva

Oggi si spera in un corridoio umanitario per Kharkiv

di Redazione | 06 Marzo 2022 @ 08:50 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

ROMA – Mentre il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avuto un colloquio telefonico con il presidente americano Joe Biden, gli assalti alle città ucraine di Mariupol e Volnovakha sono ripresi sabato dopo che la Russia ha messo fine a un breve cessate il fuoco per permettere le evacuazioni umanitarie, ha detto il ministero della difesa russa. Un corridoio umanitario per Kharkiv: è questa ora la speranza espressa dal capo della delegazione di negoziatori ucraini incaricati di trattare con la parte russa, David Arachamija. “Se Dio vuole ci sarà un corridoio oggi”, ha dichiarato su Facebook rispondendo a un’abitante di Kharkiv che raccontava di aver vissuto “10 giorni di inferno”.La Russia e l’Ucraina avevano concordato un cessate il fuoco limitato intorno alle città per dare ai gruppi di aiuti umanitari il tempo di evacuare le persone che cercano di andare via. Sul fallimento della tregua c’è stato un rimpallo di responsabilità. Da una parte le forze ucraine hanno riferito che Mosca non ha mai onorato completamente l’accordo e l’evacuazione delle persone dalla città portuale di Mariupol è stata interrotta quasi subito, hanno detto funzionari locali. I separatisti sostenuti da Mosca nella regione di Donetsk, in cui si trovano Mariupol e Volnovakha, hanno invece accusato il governo di Kiev per i continui combattimenti


Print Friendly and PDF

TAGS