Grotte di Stiffe, la testimonianza:”Servizi e prenotazioni da terzo mondo”

di Matilde Albani | 30 Agosto 2020 @ 09:14 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Le grotte di Stiffe hanno acquisito da tempo una buona notorietà grazie al fascino che hanno sul visitatore. Ma ahimè ad esso corrisponde una gestione del servizio prenotazioni e biglietteria da terzo mondo, scrive dalla sua bacheca facebook Berardino Di Vincenzo, ex segretario generale del ministero dei Beni Culturali d’Abruzzo. Chi viene da lontano cerca il sito e le notizie sono scarne e confuse. Si rimanda a chiamata telefonica. Come appunto, in molti siti turistici, di usava un decennio fa. Amici romani mi hanno coinvolto per una visita. Hanno iniziato a chiamare 2 giorni prima. Nessuna risposta. Solo un messaggio in segreteria, contraddittorio. In esso si invita a telefonare allo stesso numero in cui nessuno rispondere o a servirsi del servizio whatsapp o, a recarsi in biglietteria. Gli amici hanno mandato un whatsapp, ma seppur letto, non hanno ricevuto risposta.Sono quindi venuti a Stiffe per leggere un cartello con il tutto esaurito. Per beffa nel pomeriggio hanno ricevuto il messaggio su whatsapp. Si può affidare a soggetti così goffi la gestione di un sito così ricercato? Per la crescita del turismo (in forte avanzata quest’estate) forse è necessario affidarsi anche a gente più professionale”.


Print Friendly and PDF

TAGS