Gli orfani di Amarena sono vivi e stanno bene

di Michela Santoro | 02 Dicembre 2023 @ 05:00 | AMBIENTE
Amarena
Print Friendly and PDF

LECCE NEI MARSI – I cuccioli di Amarena, in realtà, non sono più cuccioli ma giovani orsi. Sono passati tre mesi, ormai, da quando mamma orsa è stata barbaramente uccisa e, finora, i due orfani se la sono cavata più che bene.

A darci notizie del due orsi, il direttore del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, Luciano Sammarone.

“Abbiamo rintracciato i due orsi, all’interno del Parco. Sono molto cresciuti, stanno bene e, nonostante sia dicembre, ancora non sono in letargo, viste le temperature così alte”, ha detto al microfono di L’Aquila Blog.

L’uccisione di mamma Amarena, oltre al grande dolore e all’onda di rabbia e incredulità che aveva suscitato in tutta Italia, aveva immediatamente destato preoccupazione per la sorte dei due cuccioli, da subito monitorati e oggetto di più avvistamenti che li ritraevano insieme e in ottima salute.

Giusto un paio di giorni fa, l’associazione animalista Aidaa aveva chiesto pubblicamente notizie degli orfani. “Si tratta di giovani orsi che dovranno affrontare il primo inverno da soli dopo i diversi e crudeli destini riservati alle loro madri. Chiediamo di sapere se gli orsi sono vivi e e stanno bene e se sono monitorati- avevano scritto gli animalisti – e se in questi giorni in cui cadono le prime nevicate e le temperature specialmente nelle zone montane sono in picchiata se si hanno notizie dell’inizio del periodo di letargo da parte dei cinque cuccioli oggetto della richiesta”.

“Gli orsi ce la stanno mettendo tutta -dice Sammarone – e noi stiamo lavorando moltissimo in questa direzione”.

Ascoltiamolo


Print Friendly and PDF

TAGS