Giunta Comunale: L’ex scuola di Genzano diventa sede aggregativa e via l’iter contributi ai centri estivi

di Redazione | 08 Luglio 2021 @ 16:13 | UTILI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Giunta Comunale ha preso due decisioni sulla ex scuola di Genzano di Sassa che diventa una sede sportiva e l’ok per i contributi ai centri estivi.

Una sede sportiva e ricreativa a disposizione di cittadini e associazioni: è questa la destinazione prevista per l’ex Scuola di Genzano di Sassa, per cui la Giunta ha approvato in data odierna il progetto di riparazione post-sismica.

“A dodici anni dal terremoto del 2009 – affermano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e il vicesindaco con delega alla Ricostruzione dei Beni pubblici, Raffaele Daniele – viene finalmente avviato l’iter per il recupero di un edificio pubblico che tornerà a costituire un punto di riferimento della frazione di Genzano di Sassa e l’intero territorio. I lavori, di importo complessivo pari a 350.000 euro, restituiranno infatti nella disponibilità dei cittadini una struttura che già prima del 2009 ospitava un’associazione di volontariato e che manterrà dunque la sua destinazione sociale e ricreativa. Si tratta di un ulteriore segno del nuovo impulso che questa amministrazione sta imprimendo alle attività di ricostruzione pubblica nel territorio comunale e restituire alla comunità luoghi e spazi per l’aggregazione”.

Via libera dalla Giunta Comunale all’assegnazione di contributi economici in favore di organizzazioni ed enti del terzo settore che intendano realizzare attività nei centri estivi per l’anno 2021.

L’importo complessivo individuato è di 140.000 euro, con un incremento rispetto alle annualità precedenti dovuto sia all’aumento del numero delle iniziative proposte sia all’onerosità degli adempimenti richiesti agli organizzatori per contenere il contagio da Covid-19. Ciascun progetto potrà ricevere un contributo massimo di 8.000 Euro e, al fine di fornire un supporto valido e immediato per fronteggiare le spese iniziali, è prevista l’anticipazione del 50% del finanziamento ammissibile.

“Anche quest’anno – spiegano il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, e l’assessore alle Politiche Sociali, Francesco Cristiano Bignotti – l’amministrazione comunale sostiene le attività dei centri estivi, considerando la loro prioritaria valenza aggregativa soprattutto a seguito delle restrizioni dovute alla pandemia, che hanno penalizzato la socialità dei più giovani. Le somme stanziate nel bilancio comunale, incrementate rispetto allo scorso anno, potranno essere integrate con i fondi statali o regionali che dovessero rendersi disponibili, così da valorizzare ulteriormente il prezioso lavoro socio-educativo degli operatori del terzo settore”.

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS