Giunta Abruzzo: tra i provvedimenti la valorizzazione delle Società Operaie di Mutuo Soccorso

AGGIORNAMENTO - Ulteriori provvedimenti

di Redazione | 29 Novembre 2023 @ 17:10 | POLITICA
Abruzzo Giunta regionale
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si è riunita oggi, in seduta ordinaria, la Giunta regionale per approvare i seguenti provvedimenti: su proposta del Presidente Marco Marsilio, approvato il Piano Programma 2024-2026 della Società Unica Abruzzese di Trasporto (T.U.A.) S.p.A. Riprogrammazione delle economie del PSC Abruzzo – Fondo di Sviluppo e Coesione, per un totale di € 259.022,09 a favore del progetto “ASSISTE Abruzzo – Assistenza tecnica alla Regione Abruzzo sul Fondo di Sviluppo e Coesione. Approvato il disegno di legge che detta norme in materia di promozione della qualità architettonica per promuovere sul territorio regionale la qualità nella progettazione delle opere di architettura anche in una prospettiva di recupero, riqualificazione e valorizzazione del paesaggio urbano e rurale.

Al via una variazione di bilancio, su proposta dell’assessore al bilancio, Mario Quaglieri in base alle richieste, pervenute dai vari Servizi e Dipartimenti:

1)  Fondo Nazionale per il sostegno alle abitazioni in locazione – restituzioni. € 5.500,00

2) Rimborsi dovuti alle emittenti radiotelevisive locali per trasmissione messaggi autogestiti nelle campagne elettorali. € 20.165,88

3) PNRR Programma PINQUA Progetto Area 1 “Tra i monti d’Abruzzo”. € 100.000,00

4) Riqualificazione e ammodernamento tecnologico dei servizi di radioterapia oncologica. € 4.073.333,32

5) FSC. Interventi a sostegno della filiera agroalimentare – “Sostegno all’Apicoltura”. € 250.000,00

6) FSC. Crescita digitale della Regione Abruzzo – revisione importi ai fini della rendicontazione. € 0,23

7) Fondo nazionale per servizi ed interventi sociali. € 19.219.098,76

8) Fondo per l’assistenza all’autonomia e alla comunicazione degli alunni con disabilità. € 400.000,00

9) Progetto LIFE+A_GreeNet per la rigenerazione verde delle città della costa del medio Adriatico. € -5.043,62

10) FSC. Interventi a sostegno della filiera agroalimentare – “Promozione del Vino d’Abruzzo”. € 420.000,00

11) PON Inclusione 2014-2020 – Interventi di Capacity Building a favore degli Ambiti Territoriali. € 23.224,96

12) Interventi infrastrutturali per la messa in sicurezza del territorio. € 1.400.000,00

13) Incentivi funzioni tecniche. € 10.000,00

14) Attuazione del Piano Nazionale Malattie Rare 2023-2026. € 1.220.466,00

15) Piano di monitoraggio regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione di Xylella fastidiosa nella Regione Abruzzo. € 58.741,69

16) DPF003 – Rimborso per l’acquisto di farmaci innovativi. € 5.334.823,75

17) DPF002 – PNRR. Fondo per l’avvio delle opere indifferibili FOI. € 9.635.966,99

Su proposta dell’assessore alla Sanità, Nicoletta Verì, preso atto del Piano Oncologico nazionale, documento di pianificazione e indirizzo per la prevenzione e il contrasto del cancro 2023-2027, redatto dal Ministero della Salute, la Giunta ha approvato il Piano Oncologico della Regione Abruzzo individuando le linee strategiche di piano e la programmazione operativa quinquennale. La logica è quella di consolidare il contrasto alle malattie oncologiche, secondo un approccio integrato tra prevenzione e assistenza sul territorio, coinvolgendo tutte le aree di competenza del Servizio sanitario, al fine di assicurare uniformità ed equità di accesso ai cittadini. Pertanto, ciascuna Regione, come obiettivo condiviso con il livello centrale, ha il compito di recepire, implementare e monitorare il Piano Oncologico Nazionale a garanzia dei livelli essenziali di assistenza e dell’uso corretto ed efficace delle risorse dedicate.

La Giunta, su proposta dell’assessore al Sociale, Pietro Quaresimale, sulla base della Legge regionale n. 41 del 20 novembre 2013 relativa alle spese per la valorizzazione delle Società Operaie di Mutuo Soccorso, ha dato il via libera, per il 2023, al riparto delle risorse disponibili, pari a 15mila euro, tra tutte le Società che ne hanno fatto richiesta determinando criteri, priorità e modalità.

Su input dell’assessore Nicola Campitelli, l’Esecutivo, in base alla legge regionale n.5 del 30 marzo 2007 relativa all’intervento finalizzato alla tutela e valorizzazione delle aree di risulta e delle ex stazioni insistenti nell’ex tracciato ferroviario ubicato nei Comuni del tratto litoraneo da Vasto ad Ortona, ha approvato lo schema di Protocollo di intesa da sottoscrivere con la Provincia di Chieti con il quale la Regione autorizza la Provincia a sottoscrivere tutti gli atti necessari o anche opportuni al fine del perfezionamento ed efficacia dell’acquisto degli immobili costituiti dagli edifici delle ex stazioni ferroviarie situate nei comuni di San Vito Chietino, Fossacesia, Torino di Sangro e Vasto e dalle aree di risulta del compendio ferroviario afferente all’ex tracciato strettamente funzionali alla Via Verde.

Sempre su proposta dell’assessore Campitelli, fissata la data del 30.06.2024 quale nuovo termine ultimo e massimo per la conclusione dei progetti e per la rendicontazione delle spese sostenute per i Comuni, ammessi a finanziamento a seguito dello scorrimento della graduatoria (annualità 2022) relativa all’Avviso pubblico per la concessione di contributi ai Comuni per la realizzazione di opere di urbanizzazione sulla base della Legge regionale n. 40 del 2017. Il nuovo termine ultimo trova applicazione ai comuni che hanno ottenuto la proroga ove richiesta entro 8 mesi dalla data di formale comunicazione di concessione del contributo per i quali, quindi il termine di scadenza sarebbe fissato al 13.12.2023. Per i Comuni che non hanno ottenuto o richiesto la proroga entro 8 mesi dalla data di formale comunicazione di concessione i termini sono invece scaduti il 13.09.2023 e che, pertanto, per gli stessi ricorrono i presupposti per la revoca del finanziamento con obbligo di restituzione delle somme eventualmente anticipate.

AGGIORNAMENTO

Giunta, gli ulteriori provvedimenti adottati

Su proposta dell’assessore Pietro Quaresimale differito al 31 dicembre il termine ultimo per l’approvazione del Piano di regionale Dimensionamento della Rete scolastica ed ampliamento dell’Offerta formativa. Le Province di L’Aquila, Chieti, Teramo e Pescara possono presentare gli eventuali nuovi Piani provinciali di dimensionamento della rete scolastica per l’a. s. 2024-2025, anche eventualmente ad integrazione di quelli già presentati, entro il termine massimo del 18.12.2023; devono essere salvaguardate le specificità delle istituzioni scolastiche situate nei comuni montani.

Su proposta del presidente Marsilio, approvati il programma e lo schema di convenzione da stipulare con le Province di Chieti, L’Aquila, Teramo e Pescara oltre ad aver deliberato l’individuazione del criterio e la ripartizione delle somme per il triennio 2023/2025 in relazione all’assegnazione dei contributi regionali per il finanziamento dei programmi provinciali di sistemazione idraulica e degli interventi urgenti sul reticolo idrografico superficiale, sulla base della legge regionale 23 settembre 1997 n. 107. Si tratta, nello specifico, di opere di pronto intervento sugli alvei fluviali per le quali, per ciascun anno di competenza del bilancio, sono stati appostati fondi per 1 milione di euro.

Via libera all’affidamento a Fi.R.A. S.p.A. da parte del Dipartimento Presidenza del servizio di assistenza tecnica al Nucleo regionale di valutazione e verifica degli Investimenti pubblici – NURVV Abruzzo.

Su proposta dell’assessore Daniele D’Amario adottato il programma degli eventi diretti anno 2023 della giunta regionale composto dalle proposte di eventi e di programmi presentate dagli Enti pubblici e privati, con la relativa quantificazione dell’onere finanziario posto a carico della Regione Abruzzo. L’onere finanziario complessivo è pari a euro 600.000,00.

In relazione al sostegno ed alla promozione delle attività d’ambito teatrale svolte da soggetti extra fus (legge regionale 22 agosto 2022, n. 25), approvati il piano di finanziamento e gli indirizzi per il sostegno e la promozione delle attività d’ambito teatrale svolte da soggetti extra Fondo Unico dello Spettacolo (FUS) per gli 2023/2024. Le risorse finanziarie, complessivamente pari a 250mila euro (180mila euro per attività teatrali e 70mila euro per spese di investimento), ai sensi della Comunicazione della Commissione Europea sulla nozione di aiuto di Stato, possono essere rivolte ad attività che, per come organizzate, non presentano un carattere economico e pertanto, il finanziamento pubblico di tali attività non costituisce Aiuto di Stato. I soggetti beneficiari sono i soggetti legalmente costituiti, in forma individuale o in forma di organismi associativi o d’impresa, aventi sede legale ed operativa nel territorio regionale, in possesso dei seguenti requisiti: a) documentata continuità almeno triennale dell’attività; b) sana ed equilibrata gestione economica e finanziaria ed adeguata struttura tecnica ed organizzativa; c) osservanza delle vigenti normative in materia fiscale e previdenziale nei confronti dei propri dipendenti e dei consulenti scritturati o delle proprie attività professionali; d) non essere beneficiari di contributi a valere sul Fondo Unico dello Spettacolo o di altri contributi regionali erogati per le medesime finalità.

Approvato, su proposta dell’assessore Nicoletta Verì, il Bilancio d’esercizio 2022 consolidato del Servizio sanitario regionale.

Approvato il Progetto dei fabbisogni per la realizzazione del servizio dati a supporto del contratto di “Affidamento per forniture e servizi professionali relativi alla gestione delle Centrali del 118 “Abruzzo Soccorso” per un importo complessivo pari ad € 136.076,59. La giunta ha approvato anche l’allegato tecnico-economico TLC23IH6-ATO della Società TELECOM Italia S.p.a. riguardante “Upgrade servizi telefonici delle Centrali Operative del 118 dell’Abruzzo per attivazione servizio NEA-112” per un importo complessivo pari ad € 162.557,78. In previsione dell’attivazione del NUE-112 Abruzzo è necessario infatti dotare le Centrali Operative del 118 Abruzzo di nuovi flussi telefonici (PRI) per le chiamate in arrivo dal NUE-112. L’importo economico complessivo per la durata di 13 mesi necessario per l’attuazione del Piano è stimato in € 298.634,37.

Via libera, su iniziativa del vicepresidente Emanuele Imprudente, al protocollo d’intesa con il Parco Nazionale della Maiella per il supporto alla gestione della specie “Canis Lupus” in aree antropizzate della regione Abruzzo. L’intesa riguarda la disciplina relativa alla collaborazione di natura tecnica, operativa e scientifica con il Parco Nazionale della Maiella, al fine di approfondire le conoscenze relative alla popolazione di lupo che vive all’interno del territorio della regione Abruzzo, con particolare riferimento ad individui presenti in aree peri-urbane ed urbane, confidenti e/o problematici, attraverso lo studio, il monitoraggio intensivo e, ove necessario, anche mediante analisi genetiche e/o sanitarie ovvero mediante interventi di cattura per traslocazione o captivazione in idonee strutture.

Approvato, sempre su input di Imprudente, alla luce del protocollo d’intesa tra Regione Abruzzo, CCIAA Chieti-Pescara e Camera di Commercio del Gran Sasso, sottoscritto il 27 ottobre del 2022, il “programma di azione – anno 2023” rispetto al quale, per l’attuazione degli interventi previsti, è stata stanziata la somma complessiva di € 548.930,97, a carico dell’esercizio 2023.

AGGIORNAMENTO – Le dichiarazioni di Etelwardo Sigismondi

“Apprendo con grande soddisfazione l’approvazione da parte della Giunta Marsilio della proposta di legge sulla ‘Qualità Architettonica’. Sono altresì contento di aver collaborato nella promozione e nella stesura di questo innovativo testo”. È quanto afferma il senatore abruzzese di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi. 

“La grande bellezza della nostra regione – argomenta – è data dall’eccezionale sistema ambientale di cui beneficiamo e da un ricco patrimonio storico e architettonico che ci è stato tramandato. Promuovere la qualità architettonica evidenzia la volontà della Giunta Marsilio di continuare ad arricchire la nostra terra, investendo su principi fondamentali come la riqualificazione del tessuto urbano, l’attenzione alla sostenibilità degli edifici, la prevenzione della vulnerabilità sismica, l’abbattimento delle barriere architettoniche e la rigenerazione delle aree degradate. Una programmazione – prosegue Sigismondi – che avverrà attraverso l’istituzione di un fondo dedicato ai comuni con popolazione fino a 5000 abitanti, al fine di incentivare i concorsi d’idee come spazio per esprimere il talento e la competenza delle numerose professionalità abruzzesi e non solo. Un sistema che fornirà agli amministratori spunti progettuali su cui lavorare. Inoltre – precisa il parlamentare FdI – la proposta di legge prevede la creazione di un fondo di rotazione regionale per le progettazioni che consentirà ai sindaci di avere piani di lavoro pronti per accedere a forme di finanziamento. La buona architettura verrà, altresì, sostenuta attraverso l’istituzione del Premio regionale per la migliore tesi in architettura e del Premio per la migliore opera realizzata in Abruzzo. Significativa per la tutela del nostro patrimonio storico e architettonico è anche la possibilità della Regione di stipulare con le Università appositi protocolli d’intesa per promuovere corsi di studio finalizzati ad approfondire le tecniche costruttive, l’uso di materiali e le caratteristiche architettoniche tipiche dell’Abruzzo. Ogni classe dirigente che ha la responsabilità di amministrare un territorio – puntualizza Sigismondi – ha il compito di salvaguardare e migliorare il luogo che ha ereditato. In questo contesto, il progetto di legge ha ambizioni elevate e ora verrà trasmesso al Consiglio Regionale che avrà l’opportunità di migliorare ulteriormente il testo. Alla Giunta Marsilio va riconosciuto il merito di aver creduto nella necessità di puntare sulla qualità architettonica quale potente strumento per accrescere e valorizzare la bellezza del nostro Abruzzo. Un riconoscimento – conclude – va tributato anche a tutte le professionalità che hanno lavorato sul testo di legge”.


Print Friendly and PDF

TAGS