Giubileo 2025, Nanni: “Approvata mozione asse tra Roma e L’Aquila”

AGGIORNAMENTO - Giubileo 2025, Del Beato: "Asse Roma-L'Aquila città del perdono grande opportunità, al lavoro per maggiori finanziamenti"

di Redazione | 14 Febbraio 2024 @ 18:00 | ATTUALITA'
giubileo_2025
Print Friendly and PDF

ROMA – “Esprimo soddisfazione per l’approvazione di ieri in aula della mozione che ho presentato per coinvolgere la città de L’Aquila nell’organizzazione di iniziative ed eventi in occasione del Giubileo”. 

Così in una nota Dario Nanni, consigliere comunale e Presidente della Commissione Capitolina Speciale Giubileo 2025 che Venerdì prossimo è stato invitato a partecipare alla Commissione Bilancio e Programmazione del consiglio comunale dell’Aquila

“Ricordo che L’Aquila, definita nel 2022 da Papa Francesco come la capitale del perdono, della pace e della riconciliazione è il capoluogo di provincia più vicino a Roma. Le due città, oltre ad avere in comune un patrimonio architettonico di inestimabile valore, condividono un importante legame storico, culturale e spirituale. 

Infatti, proprio a l’Aquila ogni anno si svolge il rito della Perdonanza Celestiniana, un giubileo annuale della durata di ventiquattro ore, donato da Papa Celestino V un mese dopo la sua incoronazione davanti alla Basilica di Collemaggio, che da più di settecento anni viene celebrato in modo ininterrotto e che è stato precursore del primo grande Giubileo della Storia nel 1300.

Per queste ragioni – conclude Nanni – ma anche per dare riconoscimento alla grande prova di resilienza e di forza che gli aquilani hanno dimostrato dopo il devastante terremoto del 2009 ho presentato questo atto, approvato ieri all’unanimità, che ha come obiettivo quello di creare un asse tra le due città in vista di un Giubileo che vada oltre i confini della città di Roma”.

AGGIORNAMENTO

Giubileo 2025, Pezzopane: “Uniti per realizzare grande progetto con Roma. Ci abbiamo sempre creduto. Lavoriamo insieme”

L’AQUILA – “Un obiettivo che coltiviamo da tempo, oggi si è fatto un bel passo avanti. La presenza a L’Aquila di Dario Nanni e le sue dichiarazioni per un coinvolgimento della città del Perdono nel programma del Giubileo sono davvero “ una mano santa”.

Il consigliere Dario Nanni ha dato ampia disponibilità a lavorare con noi e per L’Aquila. Non avevamo dubbi sulla disponibilità del Comune di Roma. “L’Aquila sorella di Roma”  è un nostro ambizioso progetto ed è un messaggio forte in cui crediamo da sempre e già nel 2022 fu oggetto di un evento aquilano promosso in occasione della campagna elettorale comunale con il sindaco Gualtieri e l’ex Ministro Dario Franceschini.

Ma grazie al dono di Papa Francesco con la sua presenza in occasione della Perdonanza e dell’anno della Misericordia il progetto può’ diventare realtà. Dario Nanni, consigliere comunale e Presidente della Commissione capitolina per il Giubileo, ha partecipato questa mattina ai lavori della 1 commissione consiliare ribadendo quanto detto già in occasione dell’incontro promosso dal giornalista e scrittore Angelo de Nicola a dicembre. Il consigliere Nanni ha dato ampia disponibilità a lavorare con la commissione consiliare, ora tocca alle istituzioni fare passi avanti, per rivederci poi tra due mesi. Si può e si deve lavorare insieme per dare nuovi sbocchi al territorio ed alla sua economia.
Ci abbiamo sempre creduto, già’  a gennaio 2023 come gruppi di minoranza portammo un ordine del giorno a prima firma Stefania Pezzopane in consiglio comunale, poi avviammo una serie di audizioni, ed a marzo 2023 votammo un ordine del giorno Pezzopane – Vittorini all’unanimità.

Dal canto suo, il Consigliere Dario Nanni. ha inserito L’Aquila in un ordine del giorno importantissimo approvato dal consiglio comunale di Roma Capitale. E’ necessario che L’Aquila si inserisca dentro la preparazione del grande giubileo del 2025 e il Consigliere Dario Nanni oggi ci ha detto che è possibile, si tratta di fare un grande lavoro coinvolgendo tutti gli operatori turistici ed economici della città e non solo.

A Roma sono attesi circa 38 milioni di persone, se fossimo in grande di accoglierne una piccolissima parte, ci sarebbero belle occasioni per crescere, continuando poi anche dopo il Giubileo a lavorare con Roma. L’Aquila,  Celestino V, il primo giubileo della storia, la Perdonanza, la Basilica di Collemaggio dove il frate del Morrone diventò Papa, sono caratteristiche uniche che dobbiamo valorizzare al massimo. “
Così l’on Stefania Pezzopane, Stefano Palumbo, Paolo Romano, Simona Giannangeli consigliere e consiglieri comunali di opposizione  dichiarano al termine della 1‘ commissione consiliare tenutasi oggi in Comune. 

AGGIORNAMENTO

Giubileo 2025, Del Beato: “Asse Roma-L’Aquila città del perdono grande opportunità, al lavoro per maggiori finanziamenti”

L’AQUILA – “Una grande opportunità per L’Aquila e per tutto l’Abruzzo la mozione approvata per l’asse tra Roma e il capoluogo regionale con l’organizzazione di iniziative ed eventi in occasione del Giubileo 2025. Un ulteriore riconoscimento per il rito della Perdonanza Celestiniana, che vogliamo contribuire a far crescere attraverso lo stanziamento di maggiori risorse dalla Regione per un evento religioso e culturale sempre più attrattivo”.

Così Tiziana Del Beato, consigliere al Comune dell’Aquila e componente della Commissione Bilancio e Programmazione presieduta dal consigliere di FdI Livio Vittorini.

Nei giorni scorsi alla riunione della Commissione ha partecipato, oltre all’assessore al Turismo Ersilia Lancia, anche Dario Nanni, consigliere comunale e presidente della Commissione Capitolina Speciale Giubileo 2025, ricordando che L’Aquila, definita nel 2022 da Papa Francesco – in occasione dell’apertura della Porta Santa che ha richiamato migliaia di fedeli in città – come la capitale del perdono, della pace e della riconciliazione e il capoluogo di provincia più vicino a Roma e che le due città, oltre ad avere in comune un patrimonio architettonico di inestimabile valore, condividono un importante legame storico, culturale e spirituale.

“Per la nostra città e nella consapevolezza che proprio qui da oltre 700 anni viene celebrato il primo Giubileo della storia – osserva Del Beato – occorre continuare a tutelare le importanti tradizioni di cui dobbiamo essere orgogliosi custodi, percorrendo al contempo sempre nuove strade per valorizzare il nostro inestimabile patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.


Print Friendly and PDF

TAGS