Giro  d’Italia: arrivo a Campo Imperatore, sindaco dell’Aquila Biondi “Tappa epica, promozione unica per il Gran Sasso”

di Redazione | 12 Maggio 2023 @ 19:06 | SPORT
Giro d'Italia
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Una tappa epica, che ha richiamato alla memoria le imprese del ciclismo in bianco e nero e ha rappresentato una grandissima occasione di promozione del Gran sasso e dell’intero comprensorio aquilano”.

Lo ha dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, al traguardo di Campo Imperatore, settimo appuntamento del Giro d’Italia.

“Su queste salite, dove nel ’99 trionfò Marco Pantani, oggi abbiamo assistito a una vera e propria impresa sportiva, tra montagne ancora innevate che hanno accompagnato gli atleti all’arrivo e condizioni meteo, in alcuni casi proibitive, che hanno messo a dura prova la resistenza dei ciclisti e di un pubblico che nonostante il freddo pungente non ha mai fatto venir meno entusiasmo e passione”.

“Sono stati compiuti sforzi enormi per garantire un arrivo così suggestivo ma complesso dal punto di vista della logistica e per questo i miei ringraziamenti vanno agli organizzatori del Giro d’Italia e Rcs per aver scelto, ancora una volta, questa terra per uno degli appuntamenti destinati a entrare nell’albo d’oro della kermesse, la Regione e il presidente Marco Marsilio per aver promosso, mai come quest’anno, una delle più importanti manifestazioni sportive al mondo in Abruzzo, e tutti coloro che hanno fornito il loro contributo nella preparazione all’evento che come amministrazione abbiamo inteso promuovere con una serie di eventi in città con l’iniziativa ‘L’Aquila in rosa’.

Mi riferisco a dirigenti, funzionari e tecnici del Comune, della Provincia, del Centro turistico del Gran Sasso che incessantemente hanno lavorato sia per sgomberare il percorso dalla neve sia per individuare le migliori soluzioni per gli allestimenti in quota, ai volontari e al personale di Protezione civile, alla Prefettura, alle Forze dell’ordine, alla Polizia municipale e al personale del soccorso per aver garantito che tutto si svolgesse nella massima sicurezza, ai maestri di sci e agli operatori turistici che sulla nostra montagna vivono e lavorano tutto l’anno e hanno fornito una importante collaborazione per un appuntamento così significativo e atteso dalla nostra comunità”.

 

Print Friendly and PDF

TAGS