Giovane investito ad Arischia, un medico strappava fiori e manifesti funebri

di Redazione | 28 Agosto 2020 @ 08:51 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Beccato dalle telecamere a strappare fiori e manifesti per il lutto del ragazzo della zona di Arischia deceduto tragicamente l’anno scorso mentre rientrava a casa con la bici. Questo l’inquietante risvolto, raccontato da Marcello Ianni sul Messaggero di questa mattina, di un fatto di cronaca per il quale è imputata un’altra persona, il conducente dell’auto. A strappare fiori e manifesti un medico, A.F., riporta sempre Il Messaggero, difeso dall’avvocato Carlo Benedetti. Le indagini erano scattate dopo una denuncia della famiglia stessa, che avrebbe addirittura rinvenuto dei manifesti modificati con i propri nomi, che si era anche rivolta ad un investigatore privato per venire a capo di questi ripetuto atti di vandalismo. L’inchiesta sulla morte del ragazzo è affidata al sostituto procuratore Picuti.


Print Friendly and PDF

TAGS