Giornata della Memoria, domani la Barattelli propone la Ziganoff Jazzmer Band

di Redazione | 26 Gennaio 2022 @ 14:46 | EVENTI
Ziganoff Jazzmer Band
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Società Aquilana dei Concerti “Bonaventura Barattelli” torna ad onorare la Giornata della Memoria con la Ziganoff Jazzmer Band e la partecipazione straordinaria dell’attrice Flora Sarrubbo insieme per un evento appassionante e coinvolgente in programma domani,giovedì 27 gennaio, all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18.

La jazzmer band Ziganoff è stata fondata dall’etnomusicologo Renato Morelli nel 2009, per recuperare i legami perduti fra la musica klezmer, il primo jazz, e lo swing zingaro manouche attraverso arrangiamenti originali ed ha tenuto numerosi concerti, in Italia e all’estero, collaborando a programmi RAI, spettacoli teatrali, colonne sonore di film e realizzando numerosi progetti musicali, divenuti di successo. Il gruppo prende il nome dall’emblematica figura di Mishka Ziganoff, fisarmonicista zingaro di lingua yiddish, nato ad Odessa, emigrato a New York, dove lavorò con formazioni klezmer e jazz, e dove incise nel 1919 il brano “koilen”, considerato un prototipo melodico di Bella ciao.

In questa occasione la band è formata dalla stessa Bice Morelli fisarmonica insieme a Rossana Caldini violino, Gigi Grata tuba, Michele Ometto chitarra, Christian Stanchina tromba, Fiorenzo Zeni sax soprano.

Lo spettacolo è articolato come uno speciale itinerario di musica klezmer, quel genere di espressione musicale gioiosa degli ebrei yiddish, che ha caratterizzato l’Europa centrale del secolo scorso, attraverso alcune pagine selezionate da celebri volumi di importanti autori ebraici e non solo, come: Paesaggi contaminati di Martin Pollak, Tutto scorre di Vasilij Grossman, Babij Jar di Anatolij Kuznecov, Il Mondo di ieri di Stefan Zweig, L’inferno di Treblinka di Vasilij Grossman.

La lettura dei testi è affidata all’attrice Flora Sarrubbo, diplomata alla Scuola “Paolo Grassi” di Milano svolge un’intensa attività teatrale in vari ruoli, anche come regista in produzioni di successo. La sua attività principale si svolge a Bolzano dove collabora con il Teatro Stabile, è docente all’Istituto Musicale Vivaldi e collabora con Radio Rai.

È un evento per la Giornata della Memoria certamente originale che vuole far conoscere le tradizioni di un popolo attraverso la Musica, espressione identitaria di una cultura e delle tante relazioni che ne sono derivate e quindi contaminate.

 


Print Friendly and PDF

TAGS