Giornata contro la violenza sulle donne, tante iniziative nel territorio

di Redazione | 25 Novembre 2023 @ 13:13 | ATTUALITA'
violenza contro le donne
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Tante le iniziative in città per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il colonnato di Palazzo dell’Emiciclo, sede del Consiglio regionale, è illuminato di rosso e ospiterà altre iniziative nel corso della giornata organizzata dal Cug. Il Cug ha il compito di garantire parità e pari opportunità tra uomini e donne e di vigilare contro ogni forma di discriminazione e di violenza, diretta e indiretta, nell’accesso al lavoro e nel trattamento e nelle condizioni di lavoro. Le iniziative di quest’anno, volte a sensibilizzare i cittadini sul tema della violenza di genere sono partite ieri con l’esposizione di 300 scarpe rosse nel piazzale di Palazzo dell’Emiciclo, all’Aquila. L’installazione sarà visibile fino al 26 novembre e, inoltre, durante le due notti, il colonnato della sede del Consiglio si illuminerà di colore rosso in memoria di tutte le donne vittime di maltrattamenti e femminicidio. Novità di questa edizione è il coinvolgimento delle scuole secondarie di primo grado dell’Aquila. Gli studenti sono stati invitati a presentare degli elaborati che esprimessero, attraverso il disegno, il loro pensiero e le loro emozioni riguardo il tema dell’iniziativa. Pertanto, insieme alle scarpe rosse, saranno esposti anche i disegni degli alunni delle Scuole “Dante Alighieri”, “G. Mazzini” e “Paganica” che hanno accolto l’iniziativa con interesse e consapevolezza.

“La preda”, il documentario tutto abruzzese

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, il cortometraggio “La
Preda” si pone come un formidabile strumento di sensibilizzazione. Realizzato interamente in Abruzzo con l’Altissimo Patrocinio della Regione Abruzzo, il film ha già toccato diverse tappe, da Pescara a Guardiagrele (CH) e Pianella (PE) e proseguirà il suo tour di sensibilizzazione presso altri
Comuni della regione.
Scritto e diretto da Pierluigi Di Lallo, “La Preda” è ambientato nel borgo di Guardiagrele e vede
come protagonisti gli attori Alessandra Relmi e Federico Perrotta, anch’essi abruzzesi. Il
cortometraggio vanta inoltre la partecipazione delle attrici Ketty Felletti e Hermione Kitson.

La riflessione dell’assessore Quaresimale nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

“Anche se fosse una sola donna a subire violenza, ci sarebbe da allarmarsi. Figurarsi quando, numeri alla mano, siamo purtroppo costretti a constatare che, anche in Abruzzo, il fenomeno della violenza contro le donne raggiunge ormai proporzioni preoccupanti. Per questo, è dovere di tutti, Istituzioni in primis, adoperarsi per favorire un deciso cambiamento culturale nella società”. A sostenerlo è l’assessore regionale con delega al Sociale, Pietro Quaresimale, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne che si celebra proprio oggi.

“Come Regione – ha spiegato l’assessore regionale – abbiamo sempre avuto un’attenzione particolare nei confronti delle donne vittime di violenza anche attraverso progetti, finanziati con circa 1 milione di euro e rivolti a finanziare la realizzazione di Case rifugio e Centri antiviolenza. Tuttavia, – ha proseguito – con l’app “MeTe”, l’applicazione progettata dalla Regione Abruzzo per contrastare la violenza di genere e presentata nei giorni scorsi, abbiamo cercato di dare un contenuto concreto alle politiche di prevenzione rispetto ad un fenomeno in costante crescita come quello della violenza di genere e della violenza sulle donne in particolare.”

Di Benedetto: “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” 25 novembre 2023

“In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, e considerati gli ultimi accadimenti di cronaca, è ancora più doveroso impegnarsi nel difendere le vittime di violenza di genere, sia essa fisica, sessuale o psicologica, come previsto dall’Art. 1 della Dichiarazione ONU sul tema.
Bisogna prestare particolare attenzione alle esigenze di coloro che rappresentano una tutela in tal senso, ossia le organizzazioni che gestiscono i Centri Antiviolenza e le Case Rifugio, per facilitare l’accompagnamento delle donne nel percorso verso la libertà personale e l’autoaffermazione. 
È impellente allora la necessità di riformare la Legge Regionale al fine di garantire finanziamenti adeguati stabili e diretti dedicati con programmazione triennale alle attività degli enti coinvolti.
Il nuovo progetto di legge dovrebbe rispondere a tali esigenze istituendo un organismo di supervisione al fine di organizzare e monitorare il fenomeno e implementando azioni di prevenzione e protezione quali, su tutte,  l’introduzione del Codice Rosa per i  Pronto Soccorso. 
Forte è la mia volontà a che questi bisogni trovino la giusta attenzione nel veder garantite le politiche volte a prevenire la violenza contro le donne e proteggere coloro che la subiscono oltre che perseguire gli autori di tali violenze: un impegno importante da rispettare quotidianamente, da condurre con determinazione e soprattutto da far osservare con rigore, vista la delicatezza del tema trattato.” 


Print Friendly and PDF

TAGS