Fuori Genere, verso l’8 Marzo, assemblea pubblica l’11 febbraio a Collemaggio

di Redazione | 07 Febbraio 2023 @ 16:43 | ATTUALITA'
L'Aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  Il prossimo otto marzo, per il settimo anno consecutivo in tutto il mondo sarà sciopero femminista e transfemminista contro la violenza maschile sulle donne e ogni forma di violenza di genere. Sabato 11 febbraio il Collettivo Fuori Genere organizza un incontro pubblico per discutere dei temi che animeranno l’8 Marzo.

“Scioperiamo dal lavoro dentro e fuori casa, dai ruoli di genere e da tutti i ruoli che ci vengono imposti, dal lavoro riproduttivo e di cura, da specismo, abilismo, razzismo, dai consumi, dalla precarietà lavorativa, dall’invisibilità della salute mentale, dalla devastazione ambientale e da tutte quelle problematiche che questa società continua ad ignorare.

Viviamo in un mondo di crisi continue che non sono emergenze ma segnali evidenti di un sistema che si sta sgretolando, un sistema ingiusto che ci costringe a vivere vite insostenibili e che vorrebbe chiuderci nell’isolamento e nell’impotenza. In questa solitudine non vogliamo starci e insieme troviamo la forza di ribellarci, lottare e rifiutare tutto ciò.

Aderiamo allo sciopero dell’otto marzo lanciato da Non Una Di Meno e proviamo insieme a confrontarci su come costruire la mobilitazione a L’Aquila! 

E’ per questo motivo che invitiamo tuttə a partecipare sabato 11 febbraio alle ore 16 presso l’Associazione Culturale “Animammersa” (Parco di Collemaggio, L’Aquila) per un’assemblea pubblica in cui ognunə potrà esprimere le proprie rivendicazioni ed oppressioni, con l’obiettivo di organizzare insieme la giornata dell’otto marzo proponendo anche nuove forme di sciopero che possano includere chi non può farlo.

Ci confronteremo a partire da alcuni temi:

-salute, benessere e autodeterminazione;

-violenza di genere, femminicidi, molestie, disparità;

-ambiente, spazio pubblico e diritto all’abitare;

-lavoro, reddito e welfare;

-formazione, scuola e università. 

Presenteremo inoltre “Questionariə”, il nostro progetto di indagine pensato per raccogliere le varie esperienze di lavoro, non lavoro, sopravvivenza quotidiana e discriminazione, per costruire pratiche di sciopero e resistenza collettiva e contestare le politiche istituzionali e governative sulle nostre vite!

Insieme vogliamo rispondere a tre domande che ci aiutino a costruire il nostro sciopero: Scioperiamo da? Scioperiamo per? Scioperiamo come?

Sappiamo che la precarietà delle vite, la mancanza di un welfare dignitoso e universale e l’impoverimento a cui sempre più persone sono esposte, rende difficile prendere parola e alzare la testa. 

Ma con lo sciopero, possiamo costruire una forza comune contro la violenza patriarcale, la precarizzazione, l’austerità, i licenziamenti e la povertà che questi comportano. 

Vi aspettiamo sabato 11 febbraio alle ore 16 da Animammersa (Parco di Collemaggio) per iniziare questo percorso comune di mobilitazione anche a L’Aquila!”


Print Friendly and PDF

TAGS