Fp Cgil: “Sanità privata, tempo scaduto”

di Redazione | 14 Giugno 2022 @ 20:28 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA –  Il 17 Giugno alle ore 12.30 in occasione dell’incontro, convocato dall’Assessora Nicoletta Veri, presso la sede del Dipartimento in via Conte di Ruvo, tra le Federazioni regionali di categoria e le associazioni datoriali di ARIS e AIOP Abruzzo per discutere dell’applicazione del CCNL AIOP ARIS – ACUTI, abbiamo organizzato un sit-in nella piazza antistante gli uffici regionali. Vogliamo ribadire il nostro appoggio all’iniziativa sindacale che da tempo, dopo molti mesi dalla sottoscrizione definitiva del contratto nazionale e nonostante le sollecitazioni, manifestazioni ed azioni di protesta, chiede l’integrale applicazione del contratto rinnovato In un momento in cui il caro bollette, benzina, generi di prima necessità, etc. che incide negativamente sulle buste paghe di tutti i lavoratori è inaccettabile non ricevere in busta paga quanto dovuto. Questo non è più accettabile per le lavoratrici e i lavoratori di cliniche e strutture sanitarie che applicano il CCNL ARIS AIOP, dopo aver atteso la firma del CCNL per 14 anni. Non siamo più disposti ad attendere anni per la piena applicazione del CCNL. Una situazione ormai divenuta intollerabile e dispregiativa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori incolpevoli della situazione che si è venuta a determinare che vede un intollerabile scaricabarile tra datori di lavoro e Regione Abruzzo. Fatto è che a rimetterci sono sempre le lavoratrici ed i lavoratori. Ecco perché ci saremo il 17 per chiedere di applicare il contratto una volta per tutte! Saremo in piazza anche per ricordare alle Associazioni ARIS e AIOP regionali ed all’Assessora Verì come, nell’incontro a Roma del 21 dicembre 2021, le stesse rappresentanze datoriali si erano impegnate con le Sigle sindacali nazionali ad avviare, nel rispetto delle tante lavoratrici e lavoratori delle strutture Socio sanitarie, dei centri di riabilitazione e delle Rsa, ogni azione utile per aprire, entro il mese di gennaio 2022, il negoziato per la definizione del CCNL fermo nella parte economica al 2007. Dopo la lunga attesa per il rinnovo contrattuale della sanità privata convenzionata(14 anni), vogliamo ribadire che non è più rinviabile il rinnovo del CCNL delle strutture socio-sanitarie / centri di riabilitazione RSA fermo da 15 anni. Le lavoratrici e i lavoratori della sanità sono ormai “EROI dimenticati”. Queste donne e questi uomini non sono più disposti ad aspettare, hanno terminato anche l’ultima briciola di pazienza e non tollerano più di non essere considerati da un lato non garantendo l’applicazione del CCNL dell’ospedalità convenzionata sottoscritto diversi mesi fa e dall’altro ritardando da ormai troppo tempo nel rinnovare il CCNL per le strutture socio sanitarie centri di riabilitazione RSA con adeguato riconoscimento di maggiori diritti e salari


Print Friendly and PDF

TAGS