Fontanelle, ripristinata quella in pietra del Parco del Castello. La mappa di quelle da sistemare

di Alessio Ludovici | 21 Luglio 2021 @ 17:46 | ATTUALITA'
Parco del Castello Fontanelle
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – C’è voluto qualche anno, tra contenziosi tra Gran Sasso Acque e Comune ma alla fine è stata ripristinata la fontana del Parco del Castello. Tradizionale luogo di incontro nel periodo estivo, vicino alle panchine e sotto l’ombra degli alberi, di anziani e non. Era stata segnalata più volte la necessità di un ripristino: le uniche due fontanelle attive in zona sono quella Via Castello e quella, con un percorso accidentato per raggiungerla, davanti l’Auditorium del Parco.

Da fare c’è ancora molto però. Oltre al recupero definitivo di quelle monumentali, come quella di Piazza Fontesecco ancora spenta, ci sono le fontanelle ottocentesche da recuperare pienamente. Sono simboli dell’Aquila di una volta su cui, da tempo, gruppi di cittadini,come Jemo ‘Nnanzi, portano avanti un’opera di sensibilizzazione affinché vengano salvate e recuperate perché rappresentano anche la memoria storica e popolare di una città.

Ci sono ad esempio quelle di Piazza dell’Annunziata, quella alle Svolte della Misericordia, c’è la fontanella di Piazza santa Maria di Roio, quella nei pressi del ponte di sant’Apollonia, quella di Piazza del Teatro.

Ripristinate quelle di San Bernardino, divelta da vandali, e più recentemente quelle della Villa Comunale e quella bellissima di via Fortebraccio.

A breve, inoltre, dovrebbe essere ricollocata sempre in Fortebraccio quella custodita dai Frati di Santa Chiara e che prima si trovava al cimitero. Per quella di Piazza Regina Margherita, infine, sono attesi gli sviluppo del progetto di restyling della piazza.


Print Friendly and PDF

TAGS