Fondo piccoli comuni, Campo di Giove nella graduatoria finale

di Fausto D'Addario | 23 Aprile 2024 @ 05:00 | RACCONTANDO
Print Friendly and PDF

Campo di Giove in provincia dell’Aquila è rientrato nella graduatoria finale del Fondo piccoli comuni istituito dal Ministero del Turismo, aggiudicandosi l’importo di 1.483.101,67 €. Il Fondo Piccoli Comuni, di una dotazione di 34 milioni per il triennio 2023-2025, ha come obiettivo la valorizzazione dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti e classificati dall’ISTAT come comuni a vocazione turistica. La graduatoria ha visto una grande partecipazione in termini di domande di adesione e ha individuato 27 progetti vincitori, per un totale di 100 Comuni coinvolti, distribuiti su 13 Regioni. Gli interventi previsti sono finalizzati a accrescere l’accessibilità e tutte le forme di mobilità sostenibile dell’offerta turistica, riqualificare tramite infrastrutture gli ambienti urbani e le aree oggetto di dissesto idrogeologico, potenziare tutte le forme di mobilità sostenibile, le attività artigianali tradizionali e la produzione e diffusione di spettacoli dal vivo e festival.

 “I borghi e i piccoli Comuni“, si legge nella nota che accompagna la graduatoria, “costituiscono l’Italia più autentica in termini identitari, culla del Made in Italy ricercato e amato in tutto il mondo, e, in termini strategici, sono un vantaggio competitivo inestimabile rispetto ad altre Nazioni. Un elemento unico che contribuisce a rendere altamente differenziata e inimitabile la nostra offerta turistica a livello internazionale”.

Campo di Giove, rinomata meta d’estate per gite ed escursioni a portata di mano e d’inverno per le piste da sci, rientra in quell’Italia minore, fatta di piccoli comuni e affascinanti borghi, che sorgono nelle aree più interne e meno battute dai soliti flussi turistici. Incastonato ai margini di un altopiano in un meraviglioso quasi alpino, con i suoi oltre mille metri di altitudine è il centro abitato più in quota del Parco nazionale della Maiella. Una meta ideale per le feste del 25 aprile e del 1 maggio, quando 14 milioni di italiani si metteranno in viaggio, secondo Federalberghi, prediligendo mete di prossimità e dando priorità al relax, alle belle passeggiate in montagna e ai borghi ricchi di arte e storia.

Di sicuro interesse è il suo compatto nucleo antico che, seppur non esteso, rappresenta un esempio di architettura montana abruzzese in un dedalo di gallerie, archi e scalinate, con case e palazzi tipici del periodo medievale e rinascimentale. L’elegante piazza Duval, con vista sulla Maiella, è il luogo prediletto da turisti e locali per la vita sociale. Tra i palazzi storici,Casa Quaranta (sec. XV) è oggi un centro polifunzionale, l’elegante Palazzo Nanni del XVI secolo ospita mostre durante l’estate, mentre l’attuale sede del municipio è Palazzo Ricciardi (sec. XVIII), che fu teatro di uno scontro a fuoco nel lontano 14 agosto 1862 tra gli allora proprietari e un gruppo di briganti che ne tentava l’assalto. Da non perdere anche la chiesa parrocchiale di Sant’Eustachio, patrono del paese, costruita sulle fondamenta di un tempio dedicato a Giove.

Si arriva a Campo di Giove anche con la Transiberiana d’Italia, l’antica linea ferroviaria Sulmona-Carpinone inaugurata nel 1892 permetteva agli abitanti dei piccoli paesi della Maiella di spostarsi tra montagne, altipiani, tunnel e viadotti ad alta quota. Pura poesia su rotaie, oggi il viaggio lento e panoramico sulle magnifiche carrozze storiche attraversa 20 località dell’Appennino (tra cui Sulmona, Pettorano sul Gizio, Cansano, Campo di Giove, Palena, Rivisondoli, Roccaraso, Castel di Sangro) nel cuore bianco d’Italia, mentre gli sguardi dei passeggeri, affacciati dai finestrini, rimangono incantati dagli scorci meravigliosi del Parco Nazionale della Maiella e del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. La sinergia tra associazioni, cooperative, operatori del territorio e la Fondazione FS Italiane ha fatto sì che la Sulmona-Isernia, dall’aprile 2021 Ferrovia dei Parchi, sia divenuta la tratta turistica italiana con il maggior numero di viaggiatori.


Print Friendly and PDF

TAGS