Fondi Pnrr, a breve la gara per l’affidamento lavori per Castel Camponeschi

di Redazione | 01 Luglio 2022 @ 12:56 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Pubblicata sul B.U.R.A in data primo luglio la gara per l’affidamento dei lavori relativi al progetto di recupero di Castel Camponeschi, complesso medievale sito nel Comune di Prata d’Ansidonia e la gara per la realizzazione del collegamento a mezzo ascensore tra il terminal di Collemaggio e Viale Rendina.

A renderlo noto è il Vice Presidente del Consiglio regionale Roberto Santangelo che in una nota esprime tutta la soddisfazione ed il ringraziamento a quanti hanno collaborato all’avvio dei progetti in parola; in particolare sottolinea il ruolo del Consiglio Regionale che, nella veste di soggetto attuatore,  fà della nostra Regione la più virtuosa nel concretizzare le opportunità offerte dai fondi complementari previsti nel PNRR.

“Il recupero di Castel Camponeschi sarà un’opera importante che attraverso la perfetta fusione delle opere medievali e i più moderni sitemi ricettivi, assicura la valorizzazione architettonica del complesso medievale rivisto con moderni sistemi antisismici e di efficientamento energetico, volano di un turismo sostenibile ed esperenziale che troverà all’interno del Borgo un museo archeologico e strure ricettive, di ristorazione, teatro all’aperto, terrazzamenti, moderni  “space” e quanto di meglio il connubio tra passato e moderno riesca a creare.

L’idea del recupero di Castel Camponeschi, nasce dalla cooperazione tra il Consiglio regionale d’Abruzzo e l’amministrazione di Prata D’Ansidonia con la stretta collaborazione dei tecnici dell’USRC, della Sovrintendenza archeologica belle arti e paesaggio di L’Aquila e Teramo nonché della visionaria e moderna collaborazione dell’architetto Alejandro Bozzi.

Altra opera importante per il nostro territorio il cui Bando è pubblicato sul BURA in data odierna, è la realizzazione dell’ascensore per il collegamento tra il terminal di Collemaggio e Viale Rendina; il progetto parte da lontano ed è ricompreso nel più ampio piano di riqualificazione urbanistica che ha interessato il palazzo dell’Emiciclo e la Villa Comunale; il collegamento previsto a mezzo di due ascensori partendo dal piazzale del terminal, garantirà un’uscita sia su Viale Rendina e  un’uscita intermedia sul parco panoramico che verrà realizzato a riqualificazione dei terrazzamenti e del verde oggi insistenti tra il parcheggio e le mura urbiche; anche in questo caso c’è stata la collaborazione e condivisione di idee  tra il Consiglio regionale, il Comune di L’Aquila e la Sovrintendenza archeologica, delle belle arti di L’Aquila e Teramo.

I due bandi di gara rimarranno pubblicati  sul BURA per i 30 giorni previsti da normativa, dopodichè si procederà alla verifica delle offerte e al successivo affidamento ed inizio lavori previsto per i mesi di aprile-maggio 2023: tempi certi, concretezza e coerenza.”


Print Friendly and PDF

TAGS