“Fine vita, il silenzio del legislatore e il ruolo delle Regioni”: convegno del gruppo regionale Pd

L'appuntamento il 9 luglio alle 19 all'Aquila

di Redazione | 06 Luglio 2021 @ 13:09 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Abbiamo voluto far ripartire dall’Abruzzo il confronto su un argomento sensibile, ragionando anche in merito al ruolo delle Regioni su una materia che tocca le coscienze di tutti noi di fronte all’eventualità di scegliere su una materia sensibile qual è la vita e la qualità della vita, quando si entra nella dimensione della malattia terminale”, così il capogruppo Pd Silvio Paolucci introduce il convegno dibattito “Fine vita, il silenzio del legislatore e il ruolo delle Regioni”, che si svolgerà venerdì 9 luglio alle 19 a L’Aquila, nell’Agorà del Palazzo dell’Emiciclo (Via Iacobucci 4).

“Si tratta di un evento che come Gruppo regionale PD, abbiamo proposto per tornare ad affrontare un tema sospeso, ma sensibile, qual è quello del fine vita, con l’avvio della campagna referendaria sul delicato tema etico ed è finalizzato a promuovere una riflessione dando voce alle varie posizioni in campo – spiega il capogruppo consiliare Pd in Consiglio regionale, Silvio Paolucci – Lo facciamo accogliendo il punto di vista di tutti, ma in modo laico, mettendo a confronto diverse appartenenze e storie e tenendo bene presente l’impostazione che vede la scelta sul fine vita come un diritto, quando il malato e le famiglie si trovano a dover fare affrontare il progredire di patologie terminali dolorose o invalidanti, o con la volontà di chi ne viene colpito. L’incontro nasce anche per trovare alla Regione un ruolo attivo, se vogliamo, di trincea su questo argomento, affinché dall’Abruzzo riparta un confronto positivo su come colmare il vuoto legislativo che accompagna l’attesa delle norme, su cui a fine giugno è partita una raccolta firme affinché venga affrontato in un referendum e diventi legge la scelta di concludere la propria vita in modo dignitoso e sereno, quando non c’è più nulla che si possa fare per salvarla. Le storie e i punti di vista che prenderanno vita dal convegno, vogliono semplicemente rappresentare un contributo affinché si possa trovare un modo per costruire una via da percorrere, coinvolgendo la Regione e considerando la realtà di malati e famiglie che hanno vissuto fino in fondo questo argomento. È rilevante che dall’Abruzzo si riaccenda il confronto e parta anche un monito a tutte le Regioni, affinché assumano un ruolo a sostegno del tema e alla costruzione di regole che riconoscano ai malati la dignità di una scelta, impedendo che si attui in altri modi che ad oggi finiscono con l’esporre i propri cari alle pene previste proprio dalla mancata disciplina dell’argomento, come raccontano casi importanti accaduti in questi anni. Abbiamo voluto organizzarlo nella maniera più inclusiva possibile, accogliendo punti di vista diversi, anche alla luce del fatto che il Covid, purtroppo, ha riportato all’ordine del giorno la solitudine e la dignità del malato e della sua fine, ed è quindi un argomento che non è più possibile rimandare. Di tutto questo parleremo, con la speranza di aprire un cammino affrontabile da tutti, che non ferisca le coscienze, ma le tocchi e le apra, arricchendo il nostro panorama legislativo di una legge che tenga conto delle situazioni e delle sofferenze sia fisiche che spirituali che portano alcuni a decidere sulla propria fine e riconosca loro il diritto a una scelta dignitosa e umana”.

In collegamento video dal Vaticano interverrà il cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita dell’Aquila, in presenza, il giudice del tribunale dell’Aquila Marco Billi, autore del libro “Soli nel fine vita, il caso Cappato e la necessità di una legge”, nel quale si denuncia la vacatio nella legislazione italiana, Filomena Gallo e Mina Weby, rispettivamente segretario e co-presidente dell’Associazione “Luca Coscioni”, il deputato del Pd Stefania Pezzopane, il rettore dell’Università dell’Aquila, Edoardo Alesse, Don Claudio Tracanna, docente di Teologia morale presso l’Istituto teologico. A fare i saluti il presidente della Corte d’Appello dell’Aquila, Fabrizia Francabandera, il consigliere regionale del Pd Pierpaolo Pietrucci e il presidente dell’Ordine degli avvocati dell’Aquila. Maurizio Capri.

L’evento sarà trasmesso anche in diretta streaming sulla pagina Facebook “Soli nel fine vita”.


Print Friendly and PDF

TAGS