Finale FameLab Italia 2020: L’Aquila rappresentata da 3 candidati

di Redazione | 27 Agosto 2020 @ 17:42 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – I 21 finalisti – studenti, dottorandi e ricercatori –  avranno a disposizione 3 minuti per raccontare un argomento scientifico che li appassiona e conquistare il pubblico e la giuria di esperti del mondo scientifico e della comunicazione

Trieste si prepara ad accogliere la finale di FameLab Italia, il primo talent della scienza, la competizione internazionale di comunicazione scientifica per giovani ricercatori e studenti universitari, coordinata in Italia da Psiquadro in collaborazione con British Council Italia. A sfidarsi sul palco di Trieste, il 31 agosto al Politeama Rossetti, saranno in 21: tutti studenti, dottorandi e ricercatori che avranno solo 3 minuti per conquistare giudici e pubblico parlando di un tema scientifico che li appassiona.

La fase finale di FameLab in programma a Trieste chiude un percorso iniziato tra febbraio e marzo quando centinaia di giovani ricercatori si sono sfidati nelle selezioni locali in 15 città: Ancona, Bari, Cagliari, Catania, Firenze, Foggia, Genova, L’Aquila, Lecce, Milano, Nuoro, Pavia, Perugia, Sassari e Trieste.

Quest’anno la selezione locale FameLab 2020 dell’Aquila è stata organizzata dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, dall’Università degli Studi dell’Aquila e dal Gran Sasso Science Institute. Nella finale nazionale L’Aquila sarà rappresentata da tre candidati: Giorgio Dho, dottorando in Astroparticle Physics presso il GSSI (Gran Sasso Science Institute) a L’Aquila, Marco Drago, ricercatore in Astroparticle Physics presso il GSSI e Matteo Capone ricercatore post-doc in Biochimica Computazionale presso l’Università degli Studi dell’Aquila.

“FameLab quest’anno è stato inusuale: con la selezione e la Masterclass online”, ha commentato Marco Drago. “Io credo che questo ci renda ancora più desiderosi di andare alla finale, per incontrarci finalmente di persona. Nella lontananza, sento comunque una squadra affiatata: sarà una finale emozionante”.

Queste, invece, le parole di Matteo Capone a pochi giorni dalla finale: “Sono molto carico per la finale, e non nego che per me sarà tutt’altro che una passeggiata non essendo mai stato davanti ad un pubblico così numeroso. Comunque vada, ci sarà molto da imparare: credo che per me la finale sarà più un punto di partenza che un punto di arrivo”.

Ideato nel 2005 dal Cheltenham Science Festival, FameLab coinvolge oggi oltre 20 paesi in tutto il mondo e dal 2012 si svolge in Italia grazie alla collaborazione tra Psiquadro, coordinatore nazionale, e British Council Italia, l’ente culturale britannico che ne ha promosso la diffusione a livello globale. Dal 2012 a oggi FameLab Italia ha toccato 20 città e coinvolto oltre 900 giovani ricercatori grazie ad una collaborazione con più di 70 partner culturali tra Università, Istituti di Ricerca ed enti pubblici, società di comunicazione della scienza, musei e media partner.


Print Friendly and PDF

TAGS