Fina (PD): “Salviamo la sanità pubblica dalla destra”

"Le scelte del Governo Meloni non sono né inconsapevoli né frutto di superficialità"

di Redazione | 25 Gennaio 2024 @ 15:17 | POLITICA
fina
Print Friendly and PDF

PESCARA – “Serve una grande mobilitazione in tutto il Paese per salvare un diritto fondamentale delle persone e una conquista di civiltà e il Partito Democratico è impegnato a tutti i livelli affinché la sanità pubblica e universalistica, messa a rischio dalla destra al Governo del Paese e delle regioni, sia tutelata e sostenuta – afferma il senatore del Partito Democratico Michele Fina – le scelte del Governo Meloni non sono né inconsapevoli né frutto di superficialità: rispondono ad una precisa strategia che vuole svuotare la sanità pubblica a favore di un modello privatistico e assicurativo. Lo ha dimostrato una volta di più il question time di ieri alla Camera dei Deputati, durante il quale la Presidente del Consiglio si è limitata a dare colpe al passato e a fornire nessuna risposta su presente e futuro”.

“Nel Paese reale la privatizzazione strisciante del servizio sanitario è già in corso: le inaccettabili liste di attesa inducono le persone a rivolgersi ai sempre più numerosi poliambulatori e centri medici privati che nascono intorno alle strutture pubbliche e che danno una risposta alla domanda di salute cui il pubblico non risponde. Alternativa ultima, oltre questo, la rinuncia alle cure. Una situazione che sarà purtroppo ulteriormente aggravata dall’autonomia differenziata: non vogliamo e non possiamo lasciare ai nostri figli un Paese così diseguale e iniquo”.


Print Friendly and PDF

TAGS