Filiera del turismo abruzzese e Regione Abruzzo: riparte la collaborazione

di Redazione | 24 Gennaio 2022 @ 11:56 | ATTUALITA'
Filiera turismo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –   La filiera del turismo abruzzese ed il Polo di Innovazione “Abruzzo Innovatur”, unitamente alla intera Governance regionale del Turismo, (PMC e DMC ai sensi L.R. 15/15) e alle tre sigle sindacali regionali Federturismo, Federalberghi e Assoturismo, hanno partecipato alla riunione indetta dall’Assessore regionale al Turismo, Daniele D’Amario, finalizzata a riprendere e ridefinire le linee di azione e collaborazione fra il dipartimento regionale ed i suddetti organismi.

La Regione ha comunicato di aver svolto una serie di attività di programmazione per gestire al meglio il passaggio fra il periodo 2014-2020 ed il nuovo periodo 2021-2027, sia per quanto concerne i piani operativi regionali, sia per cogliere al meglio le opportunità nazionali e comunitarie ancor più ampie previste nel Next Generation EU e nel PNRR Italia. E’ stato preso atto favorevolmente: – della risoluzione di una serie di criticità amministrative relative all’utilizzo del DMS Destination Management System da parte regionale, per gli anni trascorsi ed a seguire, – della efficace azione condotta presso la Commissione Turismo ed industria Alberghiera della Conferenza delle Regioni, coordinata dallo stesso D’Amario, per ripristinare utili collaborazioni istituzionali che hanno consentito una decisa azione per mantenere i nodi strategici della rete turistica digitale nazionale presso le Regioni e renderli interoperabili con l’HUB per il Turismo del MITUR – 114 mil. euro da PNRR, – dei 5 milioni di euro di risorse ex FSC confluite nel POT – Piano Operativo Turismo definite con Delibera CIPESS 58/21, indirizzate a favore dei suddetti nodi regionali per DMS da implementare o completare, – della più ampia disponibilità di risorse previste nella nuova programmazione regionale per la promozione e lo sviluppo turistico regionale, con allocazione di risorse per le imprese ed il sistema produttivo. Nella riunione è stato aggiunto anche l’approfondimento sulla Smart Strategy al fine di estendere, per la prima volta, la consultazione del partenariato anche al Turismo ed “Abilitare” la filiera fra le specializzazioni produttive regionali che possono accedere anche alle risorse per la ricerca e l’innovazione sui livelli regionali, nazionali e comunitari con modalità multifondo. Con riferimento al coinvolgimento degli organismi della Governance nelle fasi di programmazione e nella realizzazione delle attività, l’Assessore ha anche comunicato l’avvenuto passaggio in Commissione Consiliare del nuovo D.L. relativo al Testo Unico per il Turismo. In relazione ad esso, è stata confermata la piena fiducia nel sistema di Governance e la volontà di riprendere un percorso costruttivo di collaborazione e condivisione delle attività di promozione che, sebbene ultimamente realizzate in emergenza, dovranno essere programmate definendo insieme quelle necessarie per una miglior ripartenza e recupero della competitività della offerta. 


Print Friendly and PDF

TAGS