Festival decennale del sisma: affidati gli incarichi per 194mila euro

L'iter del festival, finanziato dal Mibact con 700mila euro, riparte a 13 anni dal terremoto e a tre dal decennale

di Redazione | 26 Aprile 2022 @ 11:00 | ATTUALITA'
partito animalista
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Comune dell’Aquila ha affidato i servizi di direzione artistica, organizzazione e gestione integrata del festival saltato nel decennale del terremoto, dal titolo “Riscoprire l’Europa. Cultura, creatività, laboriosità”. Lo si evince da una determinazione dirigenziale pubblicata dal Comune e riportata dal quotidiano ‘Il Centro’.

Nel provvedimento si legge che “successivamente al terremoto del 2009 il Comune dell’Aquila e la presidenza del Consiglio dei ministri hanno attuato una sinergia ai fini del recupero e della valorizzazione del patrimonio culturale aquilano, riconoscendone le potenzialitàstrategiche come volàano di rilancio economico ed elemento cardine per realizzare un modello di sviluppo locale sostenibile. In un’ottica – si legge ancora – di continua collaborazione con la presidenza del Consiglio dei minsitri (struttura di missione) si è convenuto di procedere alla realizzaizone di una serie di eventi e di proposte culturali per richiamare l’attenzione in particolare delle giovani generazioni, alle tematiche legare al sisma e agli effetti che gli eventi sismici hanno portato sulla città e sui Comuni limitrofi, utilizzando,a detto scopo, l’importo di 700mila euro messo a disposizione del decennale del sisma a valere sulle risorse erogabili dal Mibact”. 

I servizi di direzione artistica, organizzazone e gestione integrata del festival dopo la valutazione di una commissione sono stati affidati all’Alphaomega per 194mila euro

Il festival dedicato al decennale del terremoto – che inizialmente sarebbe dovuto essere un ‘Festival degli incontri’ – è stato al centro di una forte polemica tra il 2019 e il 2020, poi finita con una denuncia per diffamazione dell’allora direttrice artistica nei confronti del sindaco, tra la direzione artistica alla quale venne inizialmente affidato. Direttice era Silvia Barbagallo, al suo fianco come ideatrice dell’evento la scrittrice di origini aquilane Annalisa De Simone. Tra le contestazioni del sindaco, la scelta di far partecipare agli appuntamenti il giornalista e scrittore Roberto Saviano e l’artista Zerocalcare. La direzione artistica di allora accusò il sindaco di “censura”. Le risorse destinate alla passata direzione artistica ammontavano a 38mila euro, sottosoglia comunitaria. 

Fatto sta che l’iter del festival  riparte soltanto oggi, a 13 anni dal terremoto e a tre dal decennale


Print Friendly and PDF

TAGS