Festa grande a Morro d’Oro per la medaglia d’oro conquistata da Tamberi alle Olimpiadi di Tokyo

"Gimbo" lo scorso anno ha vinto con l'Atletica Vomano il titolo italiano di salto in alto

di Redazione | 01 Agosto 2021 @ 16:48 | SPORT
tamberi
Print Friendly and PDF

MORRO D’ORO – E’ festa grande a Morro d’Oro, in provincia di Teramo, ma anche per tutto l’Abruzzo. Gianmarco Tamberi, che oggi ha conquistato la medaglia d’oro nel salto in alto alle Olimpiadi di Tokyo, lo scorso anno ha ottenuto il titolo italiano di salto in alto con la squadra abruzzese dell’Atletica Vomano di Morro d’Oro.

“E’ un sogno che ho dentro da così tanti anni. Non ci posso credere, sono passato attraverso mille difficoltà in questi anni. Grazie ragazzi, abbiamo vinto l’Olimpiade: dopo aver passato un infortunio terribile, non ci posso credere. Finalmente posso dire che ne è valsa la pena”.

Queste le prime parole di Gianmarco Tamberi dopo il trionfo nel salto in alto ai Giochi Olimpici di Tokyo. “Io e Barshim siamo passati attraverso lo stesso infortunio, solo con lui avrei condiviso la medaglia – ha raccontato l’azzurro parlando del qatariota con cui ha condiviso l’oro ex aequo – Lui se lo meritava, io penso di aver realizzato un sogno, ho scritto un pezzo di storia e non vedo l’ora di raccontarlo ai miei figli quando e se li avrò. Ho portato il gesso in pedana, non l’ho mai buttato: questo significa tutto, il giorno dopo l’infortunio ho passato una settimana a piangere nel letto, a pensare che tutto fosse finito. Poi ho deciso di riprovarci, ho fatto scrivere a Chiara “Road to Tokyo 2016” sul gesso ed eccolo qui. Ho vinto ’Olimpiade e non dormirò più”.

Tamberi, detto “Gimbo”, per diversi anni ha difeso i colori della società teramana.

Il campione di salto in alto da pochi giorni è stato tesserato con il Gruppo Sportivo delle Fiamme Ora di Padova.

Tamberi, nato a Civitanova Marche il primo giugno 1992, ha un grande rapporto con l’Atletica Vomano, visto che a Morro d’Oro è nato qualche anno fa anche il “Gimbo fan club” che conta più 500 iscritti. 

Il “Gimbo fan club” serve anche per propagandare l’atletica leggera, specialmente la specialità del salto in alto, grazie proprio a Tamberi che aveva vinto il titolo italiano. 

Insomma un po’ di Morro d’Oro e di Abruzzo in questa medaglia d’oro ottenuta da Tamberi c’è!


Print Friendly and PDF

TAGS