Festa del cinema di Roma, il red carpet di “La legge del terremoto” di Alessandro Preziosi

di Redazione | 21 Ottobre 2020 @ 13:27 | CULTURA
Print Friendly and PDF

Alla kermesse cinematografica di Roma arriva l’attesissimo documentario di Alessandro Preziosi, ex direttore artistico del Teatro Stabile d’Abruzzo, sui terremoti che hanno colpito il nostro Paese, dal Belice fino all’Irpinia e ad Amatrice. Filmati di repertorio, scene di animazione e dichiarazioni di testimoni di allora e di oggi, uomini di cultura e di scienza, raccolte durante la pandemia, in cui si sente l’ombra lunga emotiva di questa realtà che rende tutti un po’ più fragili, più pronti ad aprirsi.

Preziosi, giovanissimo testimone del sisma in Irpinia nel 1980, ci porta attraverso un suo personale percorso narrativo, nel Belice, poi in Friuli, Assisi, l’Aquila, Amatrice tra filmati di repertorio, scene di animazione, dichiarazioni di testimoni di allora e di oggi: dai Vigili del Fuoco ai volontari fino a Mario Cucinella, Pierluigi Bersani, Angelo Borrelli, Grazia Francescato e altri ancora.

Frase cult de “La legge del terremoto”, prodotto da Khora film con Rai Cinema in associazione con Istituto Luce-Cinecittà in collaborazione con Rai Teche, quella di Gianni Rodari che dice: “Non si vede più nessuno piangere il secondo giorno dopo il terremoto. La fine di quello che c’era è una cosa accaduta in un tempo già lontano. È cominciata un’altra cosa. Non si sa ancora che cosa sarà”.

Da qui dichiarazioni come quelle di Erri De Luca che parla di uomini “come alberi” e racconta poi “dell’effetto ubriacatura delle scosse di terremoto”. Quando finisce tutto, aggiunge lo scrittore, “ci si mette subito a scavare con quella tenacia che, alla fine, è il vero valore dell’umanità”. 

“La legge del terremoto”, trasmesso in anteprima alla 15esima edizione della Festa del Cinema di Roma, arriverà in sala con il Luce il 23-24-25 novembre.

ANSA


Print Friendly and PDF

TAGS