Federico: “Stop a polemiche strumentali sulla Asp n.1 L’Aquila”

di Redazione | 04 Marzo 2024 @ 11:51 | VERSO LE ELEZIONI
PAOLO-FEDERICO-Asp n. 1 L’Aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Capisco la campagna elettorale e il risveglio dal letargo, ma alcune affermazioni sono davvero fuori luogo. Mi riferisco alla condizione delle Aziende servizi alla Persone e in particolare alla Asp n. 1 L’Aquila che ho di recente guidato e da cui mi sono dimesso lasciandola in buona salute”. Lo afferma Paolo Federico, candidato di Forza Italia al Consiglio regionale, rispetto alle affermazioni del deputato del Pd Luciano D’Alfonso.

“In particolare, subito dopo il mio insediamento come presidente abbiamo proceduto ad una attenta ricognizione dell’enorme patrimonio immobiliare della stessa. Da questa indagine”, spiega Federico, “è risultato che tutti gli immobili sono stati danneggiati dal sisma e subito ci siamo attivati per le varie progettazioni come per palazzo Marelli, il cui progetto è ora in fase di valutazione”.

“Inoltre, mi sono subito prodigato per ridare a questa Azienda i servizi e fatto un accordo con l’Inps per arrivare a gestire il progetto Home Care Premium. Quest’ultimo è andato a sopperire la mancanza, per i cittadini e pensionati della pubblica amministrazione dell’Aquila, della possibilità di accedere ai benefici del progetto nazionale. Un servizio che in poco tempo è diventato, in rete con l’ambito sociale n. 5 Montagne Aquilane, un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli interessati”.

“Non solo”, prosegue Federico. “Abbiamo proceduto, proprio per il bene delle casse dell’ente, al recupero di alcuni affitti che erano rimasti in sospeso. In poco tempo abbiamo avviato anche due centri, operativi e funzionanti, per l’accoglienza dei migranti a San Vincenzo Valle Roveto e Civitella Roveto, un terzo è in fase di realizzazione a Civitaquana. Alla luce di questi fatti, trovo alquanto fuori luogo che si proceda, da parte di alti esponenti del centrosinistra, a fare affermazioni generiche e non rispettose del lavoro che come amministratore ho fatto sul territorio”.


Print Friendly and PDF

TAGS