Federico Freni su gare e concessioni giochi: “Nessuna gara, prima riordino del settore”

di Redazione | 26 Gennaio 2022 @ 17:14 | UTILI
Federico Freni
Print Friendly and PDF

ROMA – “Non ci sarà nessuna gara per le concessioni dei giochi, fin quando non si farà il riordino completo del settore”.

E’ quanto ha dichiarato Federico Freni, sottosegretario Mef, a margine della presentazione della ricerca sui giochi di Ippsos-Luiss.

“Finito lo stato di emergenza, credo ci saranno proroghe tecniche in attesa del riordino“, ha specificato – come riporta l’Agenzia Agimeg.

“La Ragioneria tutela il gettito, questa è una legge delega. E’ difficile che la Ragioneria ad invarianza di gettito faccia dei rilievi. Tuttavia, tutti gli eventuali rilievi della Ragioneria saranno tenuti in assoluta e prioritaria considerazione – ha aggiunto Freni -. Giorno zero esce dal Consiglio dei Ministri, approda in Parlamento, specificatamente in Senato, mi immagino un esame ragionevolmente rapido e in 180 giorni potrebbe essere esaminata, inizierei allora a lavorare sui decreti attuativi da poter partorire molto rapidamente. Mi piacerebbe fare un lavoro parallelo tenendo conto delle modifiche del Parlamento. Il mio ideale è che il 31 dicembre siano in Gazzetta i decreti attuativi“.

Freni conclude: “Il cuore di questa legge delega è un riassetto del settore del gioco, una razionalizzazione dei punti gioco, un contrasto serio all’illegalità e al disturbo da gioco d’azzardo, è un aggiungere serietà e sistematicità a tutto ciò che sino ad oggi non è stato nè serio nè sistematico. E’ una delega molto onesta”.


Print Friendly and PDF

TAGS