Fase2: Il ministero chiarisce chi sono da intendersi per CONGIUNTI

di Redazione | 02 Maggio 2020 @ 19:45 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

ROMA – Dopo le polemiche scaturite dall’interpretazione di alcuni punti dell’ultimo decreto “Fase 2”, il ministero degli Interni ha rilasciato alcune  faq.

Una di queste riguarda il tanto dibattuto significato di “congiunti”. Chi sono i congiunti con cui è consentito incontrarsi, secondo l’articolo 1, comma 1, lettera a), del Dpcm del 26 aprile 2020?

L’ambito cui può riferirsi la dizione “congiunti” può indirettamente ricavarsi, sistematicamente, dalle norme sulla parentela e affinità, nonché dalla giurisprudenza in tema di responsabilità civile. Alla luce di questi riferimenti, deve ritenersi che i “congiunti” cui fa riferimento il DPCM ricomprendano: i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili, le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado (come, per esempio, i figli dei cugini tra loro) e gli affini fino al quarto grado (come, per esempio, i cugini del coniuge).

Le faq complete sono visionabili  QUI


Print Friendly and PDF

TAGS