Fase 2, in Abruzzo i parrucchieri potrebbero riaprire prima

di Redazione | 27 Aprile 2020 @ 13:57 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “L’orientamento delle Regioni è quello di agire tramite proprie ordinanze per anticipare i tempi dettati dal governo, in Abruzzo ad esempio stabiliremo che i parrucchieri possono riaprire il 18 maggio, anche se solo su prenotazione”.

Così l’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo, che giudica “poco coraggiose” le scelte del governo per l’agognata fase 2 dell’emergenza coronavirus.

“Lo stesso esecutivo”, fa osservare a L’Aquila Blog, “aveva fatto trapelare che avrebbe previsto riaperture il 27 aprile e il 4, 11 e 18 maggio, tutti si stavano preparando a questo. Ci sono imprese che stanno continuando a sostenere spese molto alte pur stando chiuse”.

Nel nuovo decreto annunciato ieri, invece, è previsto che i parrucchieri, insieme a bar e ristoranti, potranno riaprire il primo giugno.

“Se c’è il rischio che il governo possa bocciare riaperture regionali? Se l’anticipo è di pochi giorni saranno avallate”, dice Febbo che ricorda come “anche in altri casi, come la possibilità dell’asporto per l’alimentare, le decisioni regionali sono state fatte passare perché sono state preludio di provvedimenti analoghi a livello nazionale”. (m.sig.)


Print Friendly and PDF

TAGS