Fare Centro, Albano replica a Liris: “Risorse già annunciate a dicembre”

di Redazione | 11 Aprile 2022 @ 17:18 | POLITICA
albano
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “A ridosso delle consultazioni elettorali la Giunta regionale rispolvera il bando ‘Fare Centro’, annunciando lo stanziamento di 10 milioni per lo scorrimento delle graduatorie e la predisposizione di un nuovo bando. Peccato che già lo scorso dicembre lo stesso Liris rassicurò i beneficiari circa l’avvenuta attivazione di tutte le procedure necessarie all’erogazione delle risorse a copertura dei finanziamenti. Oggi scopriamo che da allora nulla è stato fatto”.

A denunciarlo è il consigliere comunale del Pd, Stefano Albano. “Quattro mesi fa  -ricorda – l’assessore regionale al Bilancio annunciò come le procedure finalizzate allo scorrimento della graduatoria fossero già in fase avanzata, assicurando risorse disponibili già in bollinatura presso la Ragioneria Generale dello Stato e quindi pronte ad essere erogate. Purtroppo, dalle sue stesse dichiarazioni, scopriamo che ad oggi l’unico atto concreto è una richiesta formale inviata al coordinatore della Struttura tecnica di missione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Carlo Presenti, riguardante l’individuazione di risorse da destinare allo scorrimento della graduatoria e alla predisposizione di un nuovo bando. Ciò vuol dire che verosimilmente passeranno circa 10 mesi prima che i beneficiari possano accedere a tali risorse, visto che la richiesta dovrà passare prima per il comitato interministeriale e poi per il Cipe, che dovrà calendarizzare la richiesta. E i tempi per la predisposizione di nuovo bando saranno ancora più lunghi”.   

“Già a gennaio 2021 – ricorda – lanciai l’allarme sull’immobilismo e l’inerzia della giunta regionale rispetto allo scorrimento totale dei beneficiari del bando ‘Fare Centro’ sulla linea di intervento B. Si è puntualmente verificato quanto paventato oltre un anno fa: l’annuncio di un nuovo bando a ridosso delle elezioni utile soltanto a sostenere la propaganda della destra che, in 5 anni di governo della città, non ha fatto nulla per dare impulso alla rinascita del centro e all’economia del capoluogo. Perché pur avendo questo importante strumento a disposizione da ben due anni, si è scelto colpevolmente di non agire? Perché non utilizzare questo strumento in piena pandemia per offrire un sostegno concreto ai tanti commercianti o artigiani in difficoltà? Il tempo perso quanto è costato agli imprenditori e alla città?” 

“Fare Centro è stato finora l’unico vero strumento messo in campo dalle istituzioni in grado di sostenere la rinascita del centro storico, rinascita che altrimenti è lasciato allo spontaneismo dei cittadini aquilani che, con ammirevole coraggio, hanno deciso di tornare a vivere in centro oppure di farne la sede della propria attività nonostante le difficoltà che ancora ci sono”.

“L’unico interesse che l’amministrazione Biondi ha curato scrupolosamente è stato quello di preservare la poltrona. E’ arrivato il momento di mandare a casa questa Giunta: altri 5 anni di immobilismo segnerebbero per il capoluogo il definitivo affossamento”, conclude Albano.


Print Friendly and PDF

TAGS