Domani 23 maggio – Sala Ipogea del Consiglio Regionale – ore 10.30. Non poteva che essere dedicato al tema della legalità nella ricostruzione, nell’anno del decennale del sisma, il seminario nazionale che si terrà all’Aquila domani, nella sala ipogea dell’Emiciclo regionale, dal titolo “Il messaggio di Falcone e Borsellino per operare nella legalità. L’evento si colloca nell’ambito delle iniziative “Palermo chiama Italia” in occasione del XXVII Anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Dal 2002, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con la “Fondazione Giovanni e Francesca Falcone”, invita le scuole di tutta Italia a realizzare insieme iniziative di educazione alla legalità nel ricordo del sacrificio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La manifestazione nazionale, si svolgerà sempre domani nell’aula bunker dell’Ucciardone di Palermo e successivamente presso l’Albero dei giudici Falcone e Borsellino.
L’iniziativa si collega a manifestazioni satellite che, per volere del MIUR, si svolgono in alcune città simbolo collegando idealmente Palermo all’Italia (“Palermo chiama Italia….”). Oltre all’Aquila, partecipano: Sassuolo, Cagliari. Perugia, Roma, Milano Torino, Fano, Napoli, Bari, Lucca Vibo Valentia. Dopo i saluti istituzionali, sarà il giornalista Rai Fabrizio Feo, esperto di cronaca legata alla mafia, a scandire i tempi della mattinata della legalità, al via dalle ore 10,30, costruita sulla trama della ricostruzione delle zona colpite dal sisma. Il Procuratore della Corte dei Conti della Regione Abruzzo, Antonio Giuseppone focalizzerà il ruolo della Corte dei Conti e dunque della legalità nel processo di ricostruzione.

Il costo sociale dell’infiltrazione mafiosa sarà analizzato da Giuseppe Linares del Dipartimento della Pubblica Sicurezza Polizia di Stato. Il puzzle della legalità nella ricostruzione sarà composto anche dall’Ingegner Mauro Malizia, Dirigente Superiore Vigili del Fuoco che descriverà l’attività dei Vigili del Fuoco nei terremoti di L’Aquila e del Centro Italia. Il delicato tema del patrimonio culturale tra ricostruzione e tutela sarà, invece, affrontato dall’architetto Alessandra Vittorini Direttore SABAP L’Aquila e Comuni del cratere. L’orizzonte su questa tematica sarà completato dalla relazione del Tenente Colonnello Carmelo Grasso, Comandante Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, dal titolo: “I Carabinieri Custodi dell’Arte”; il Comando, inserito funzionalmente nell’ambito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali quale Ufficio di diretta collaborazione del Ministro, svolge compiti concernenti la sicurezza e la salvaguardia del patrimonio culturale nazionale attraverso la prevenzione e la repressione delle violazioni alla legislazione di tutela dei beni culturali e paesaggistici. Infine, il Tenente Colonnello Francesco Maione Comandante Nucleo di Polizia Economico Finanziaria Guardia di Finanza interverrà con una relazione dal titolo: “L’impegno di molti per il futuro di tutti: la Guardia di Finanza e la legalità economica”.
“Il messaggio universale di Falcone e Borsellino è un monito per le zone colpite dal sisma alle prese con una difficile ricostruzione che scandisce il quotidiano dei nostri studenti – ha sottolineato il direttore generale dell’USR Abruzzo, Antonella Tozza – . Ricostruire nella legalità è il messaggio da veicolare alle future generazioni di questo territorio e non solo. Ciò che cerchiamo quotidianamente di insegnare ai nostri ragazzi è che la legalità è uno stile di vita, per questa ragione oggi doniamo agli studenti presenti in questa sala borracce in alluminio e non in plastica: un piccolo segno di rispetto per l’ambiente in applicazione della recente direttiva che vieta dal 2021 l’uso oggetti in plastica monouso”.

Commenti

comments