Falcone, Borsellino e le scorte, il ricordo a L’Aquila. Gabrielli: “La lotta non è finita”

di Alessio Ludovici | 24 Aprile 2022 @ 06:00 | ATTUALITA'
Franco Gabrielli e Cinzia Torraco
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Si è tenuta questa mattina all’Aquila, all’Emiciclo del consiglio regionale, una delle iniziative in vista del trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Sul piazzale dell’emiciclo è stata scoperta la “Quarto Savona 15”, la Fiat Croma, auto di scorta di Giovanni Falcone, distrutta dall’esplosione di Capaci, dentro la quale furono trucidati tre agenti Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Una partecipata iniziativa cui hanno preso parte esponenti delle istituzioni e della società civile alla presenza di scuole e cittadini. Alla presentazione hanno preso parte la presidente della giunta abruzzese dell’Associazione nazionale magistrati, Roberta D’Avolio, Michele Renzo, procuratore distrettuale Dda della Repubblica, Cinzia Torraco, prefetto dell’Aquila, sua eminenza monsignor Giuseppe Petrocchi, il sindaco della Città dell’Aquila, Pierluigi Biondi, il presidente del consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, la presidente della Corte d’Appello dell’Aquila, Fabrizia Francabandera, il Procuratore generale presso la Corte d’Appello, Alessandro Mancini, Sabrina Del Gaone, dirigente scolastica e Tina Montinaro del progetto “Quarto Savona 15” che espone l’auto della strage in tutta Italia per tenere viva la memoria di quegli eventi. Presente anche il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del consiglio dei ministri, l’ex prefetto dell’Aquila, Franco Gabrielli, che spesso e volentieri torna nella città di cui ha vissuto una delle pagine più dure come prefetto nel 2009. 


Print Friendly and PDF

TAGS