F1, GP San Paolo: un Hamilton inarrestabile piega Verstappen! 3° Bottas, 5^ la Ferrari di Leclerc

di Stefano Nicoli

di Redazione | 15 Novembre 2021 @ 10:39 | SPORT
Formula uno
Print Friendly and PDF

È straordinariamente difficile, al termine del weekend del Gran Premio di San Paolo, trovare gli aggettivi adatti per descrivere quanto fatto da Lewis Hamilton. Squalificato al termine delle qualifiche e costretto a partire dal fondo nella Sprint Qualifying chiusa al 5° posto, arretrato di 5 posizioni sulla griglia di partenza per avere sostituito il motore a combustione interna sulla propria Mercedes, il #44 ha rimontato dalla 10^ posizione fino alla prima con una prestazione che resterà nella storia della Formula 1.

Il sette volte Campione del Mondo, che ora accusa un distacco di 14 punti da Max Verstappen nella classifica piloti, con una mossa perentoria – e dopo una difesa del #33 che farà a lungo discutere – ha sopravanzato l’olandese della Red Bull costringendolo ad accontentarsi della seconda posizione. Verstappen, visibilmente deluso sul podio di Interlagos, è comunque riuscito a limitare i danni tenendosi dietro con relativa facilità la seconda Mercedes, affidata a un Valtteri Bottas che ha saputo sfruttare al meglio la seconda delle due Virtual Safety Car per superare Sergio Perez. 5^ e 6^ posizione, rispettivamente, per le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz: le due SF21, in lotta tra di loro al via e non in grado di tenere il passo indiavolato di Red Bull e Mercedes, si sono accontentate di tenere a bada l’AlphaTauri di Pierre Gasly e le due Alpine di Esteban Ocon e Fernando Alonso. 10° è Lando Norris, che nel giorno del proprio 22° compleanno non ha vissuto il più tranquillo dei GP: il #4 è stato vittima di una foratura al via dopo un contatto con Sainz, e ha dovuto ricostruire faticosamente la propria gara facendosi largo tra le retrovie.

Appena fuori dai primi dieci troviamo Sebastian Vettel, che con l’unica Aston Martin sopravvissuta sino alla bandiera a scacchi ha preceduto Kimi Raikkonen e un George Russell parso appannato – dopo la trasferta messicana – anche in Brasile. 14° è Giovinazzi, mentre domenica disastrosa per Yuki Tsunoda. Il giapponese dell’AlphaTauri ha speronato Lance Stroll in un disperato tentativo di sorpasso che non solo ha chiamato in causa la Safety Car, ma gli ha anche garantito una penalità di 10”: il #22, infatti, seppure alla guida della veloce AT02 si è limitato a chiudere il Gran Premio davanti alla Williams di Latifi e alle due Haas di Nikita Mazepin e Mick Schumacher, con il #47 ulteriormente rallentato da un contatto con Kimi Raikkonen che ha danneggiato la sua ala anteriore. Solamente due sono infine i piloti ritirati, entrambi costretti ad alzare bandiera bianca per motivi tecnici: Daniel Ricciardo e Lance Stroll.

I protagonisti del Circus della Formula 1 non avranno tempo per rifiatare neppure questa volta: tra meno di sette giorni si scenderà infatti nuovamente in pista, con l’atteso esordio del Gran Premio del Qatar sull’asfalto di Losail. Chi riuscirà a trionfare nel 20° weekend stagionale di un Mondiale 2021 che appare ben lontano dal potersi dire concluso?

 


Print Friendly and PDF

TAGS