F1, GP Francia: trionfa Verstappen, fuori Leclerc

di Redazione | 24 Luglio 2022 @ 19:58 | SPORT
max verstappen
Print Friendly and PDF

Sorride alla Red Bull di Max Verstappen la domenica pomeriggio del Paul Ricard. L’olandese vince il GP di Francia e allunga in campionato, mentre Charles Leclerc e la Ferrari sono nuovamente costretti a leccarsi le ferite.

Il primo a transitare sul traguardo del Gran Premio di Francia, dodicesimo appuntamento stagionale del Campionato del Mondo 2022 di Formula 1, è stato Max Verstappen. L’olandese vince ancora, capitalizzando per l’ennesima volta il risultato dopo una pole position del suo rivale di sempre Charles Leclerc, e allunga in modo perentorio nella Classifica Piloti portandosi a +63 proprio sul monegasco. Quest’ultimo, scattato dal palo e leader della corsa per 16 giri nonostante gli attacchi dell’appena citato Verstappen, ha commesso un errore durante il 17° passaggio: affrontando un lungo curvone a destra il #16 della Ferrari è finito in testacoda prima e contro le barriere poi, venendo così costretto al ritiro dopo non essere riuscito a inserire la retromarcia nel tentativo di tornare nuovamente in pista.

Con Leclerc fuori dai giochi, vincere nel GP di Francia per Max Verstappen è stato quasi una passeggiata. Una volta preso il largo dopo la ripartenza da Safety Car solamente le elevatissime temperature del weekend francese hanno complicato la domenica pomeriggio dell’olandese, primo al traguardo davanti alle due Mercedes di Lewis Hamilton (che festeggia così il suo 300° GP in carriera) e di George Russell. Il #63 è stato abilissimo nello sfruttare un’incertezza avuta da Sergio Perez – 4° – dopo una neutralizzazione con Virtual Safety Car, artigliando il podio e massimizzando così il risultato. Chiude 5° Carlos Sainz, autore di una rimonta dalla 19^ posizione in griglia. Ottimo il ritmo dello spagnolo, autore di sorpassi eccezionali tanto su Russell quanto su Perez, al punto da far sospettare che sarebbe riuscito a salire sul podio se una penalità di 5” inflittagli per una improvvida Unsafe Release non gli avesse complicato la vita. 6° è Fernando Alonso, che con la Alpine precede Lando Norris, Esteban Ocon – penalizzato di 5” per un incidente nel primo giro con Yuki Tsunoda – e Daniel Ricciardo, mentre è positiva la domenica di Lance Stroll che guadagna svariate posizioni in partenza e con una condotta di gara accorta conclude addirittura in zona punti.

Appena fuori dai primi dieci chiude Sebastian Vettel, mentre Pierre Gasly termina il GP di casa in 12^ piazza davanti ad Alexander Albon e a un deludente Valtteri Bottas. Solamente 15° è Mick Schumacher, mentre Guanyu Zhou chiude 16° nonostante la sua Alfa Romeo si sia ufficialmente ammutolita nel corso del 49° giro costringendolo quindi al ritiro.

Se il cinese della scuderia di Hinwil non figura dunque per la FIA nell’elenco dei piloti ritirati, lo stesso non può dirsi per Nicholas Latifi, Kevin Magnussen, il già citato Charles Leclerc e Yuki Tsunoda. Tra questi ultimi, solamente il #16 è stato costretto ad alzare bandiera bianca per via di un incidente: tutti gli altri, infatti, sono finiti nei rispettivi garage prima del tempo a causa di problemi tecnici occorsi sulle loro monoposto.

La Formula 1 non avrà ora a disposizione troppo tempo per rifiatare: si tornerà infatti di nuovo in pista tra meno di sette giorni, quando ad accogliere il Circus più veloce del mondo provvederà l’asfalto dell’Hungaroring.

verstappen

 


Print Friendly and PDF

TAGS