Expo 2020: al via da oggi la settimana dedicata all’agrifood

di Marianna Gianforte | 07 Febbraio 2022 @ 14:44 | ATTUALITA'
agrifood
Print Friendly and PDF

DUBAI – Parte oggi “Abruzzo sostenibile nell’agrifood”, la “spedizione” abruzzese che per tutta la settimana presenterà nella vetrina mondiale di Expo Dubai 2020 circa 120 eccellenze enogastronomiche abruzzesi prodotte da 22 imprese, promossa dalla Regione Abruzzo e curata dall’azienda regionale per le attività produttive (Arap), braccio operativo per conto dell’ente regionale della missione all’Expo.

Il programma è stato calibrato per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta, con il coinvolgimento di importatori, buyers, stampa internazionale, influencer, consulenti, chef e imprenditori dell’agrifood già operanti in Medio Oriente, e in altre aree del mondo presenti a Dubai. Con l’obiettivo di conquistare nuovi mercati in una delle vetrine più importanti del mondo, prodotti di punta come zafferano, tartufo, passando per olio, vino, ortofrutta, miele, pasta secca e fresca e pasticceria. 

“Una regione molto più bella dal vivo che da vedere in video”, per quanto questo sia ben fatto. A dirlo è stato il console generale italiano a Dubai Giuseppe Finocchiaro, intervenuto questa mattina alla conferenza stampa di presentazione trasmessa in diretta da Abruzzo web, di “Abruzzo sostenibile nel settore agrifood”. Alla presentazione hanno partecipato anche il vice presidente della Giunta regionale con delega all’Agricoltura Emanuele Imprudente (Lega), il presidente dell’azienda regionale per le attività produttive (Arap) Giuseppe Savini, il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale, Mauro Febbo e il direttore generale di Arap, Antonio Morgante. Nel descrivere “la fantastica regione Abruzzo”, il console ha ricordato le sue origini abruzzesi (la bisnonna era di Pescara).

“Sono onorato di inaugurare il secondo evento dedicato alla regione, incentrato sulla sostenibilità e sull’agrifood. Un territorio che si è presentato all’Expo offrendo immagini meno note, ma sapendo coniugare la tradizione culturale con l’innovazione e la creatività. I giovani anno ricostruito il loro passato ma mostrando cosa significhi per loro il futuro. Dubai è un hub fondamentale per qualsiasi regione del mondo che desideri aprirsi ad altre aree più vaste, in quanto Dubai ed Estremo Oriente sono un collegamento importate tra Medio Oriente, Asia, Africa ed Europa. Auguro ogni successo all’Abruzzo, ricordando che Expo terminerà a marzo, ma che esso rappresenta un trampolino di lancio, una vetrina e per il futuro e la presenza a Dubai; garantiamo agli imprenditori abruzzesi la presenza al loro fianco dell’ufficio italiano e di tutto il sistema Italia, l’ambasciata ad Abu Dabi e gli altri uffici, in quanto ci rendiamo conto dell’importanza di accompagnare gli imprenditori in questo percorso di presentazione sul territorio”.

Per il vice presidente Imprudente “è un onore oggi essere qui, alla presenza anche del console generale Giuseppe Finocchiaro, la cui partecipazione dà lustro alla nostra regione”.

“Per me è un enorme onore guidare questa missione di ‘Abruzzo sostenibile’ qui a Dubai, dove vogliamo mostrare al mondo che cos’è l’Abruzzo. Siamo venuti con 22 aziende che hanno portato oltre cento prodotti, vere e proprie eccellenze della nostra terra in termini di qualità, prodotti unici al mondo, espressione della nostra identità. La nostra regione è straordinaria: vanta mare e montagna, tre parchi nazionali, uno regionale e 26 aree protette; i suoi prodotti e l’ambiente, l’ecosistema e la biodiversità sono unici in Italia e nel mondo. Identità, cultura, tradizione, qualità dei prodotti gastronomica: tutti elementi che fanno sì che l’Abruzzo possa essere al centro di un’idea di sviluppo del territorio come realtà assolutamente unica. La presenza a Dubai è l’avvio di un percorso di internazionalizzazione che grazie anche ad Arap, il nostro braccio operativo, darà opportunità di crescita alle aziende, che sono inserite in un sistema con capacità innovativa, tecnologica, scientifica, pronto a guardare al futuro. Tutti insieme crediamo che l’internazionalizzazione sarà uno degli strumenti che contribuirà a far grande la nostra terra d’Abruzzo, che vogliamo far conoscere a tutto il mondo”.

Ecco le 22 imprese, di cui 11 in presenza, protagoniste a Dubai: Cooperativa altopiano di Navelli Zafferano dell’Aquila, Vini Casalbordino, Tenuta Sant’Ilario, Cantina Vigna Madre, Cantina Terzini, Rustichella d’Abruzzo Pastificio artigianale, Tenuta Tre Gemme, Frantoio Ranieri, Cantina Orsogna, Pignatelli Tartufi, Azienda Agricola Core Giuseppe, Azienda Agraria Domenico Ricciconti, Azienda Agricola Contesa, P&C Italian Style – Anzellotti, Tenuta Collefrisio, Azienda Agricola Genuina, Azienda Agricola De Juliis, ADI Apicoltura, Chiusa Grande, La Casa di Nanni, Casal Thaulero e Citra.


Print Friendly and PDF

TAGS