Ex “Case parcheggio” via Di Vincenzo, approvato il progetto esecutivo. Per cosa verranno usate?

di Alessio Ludovici | 17 Settembre 2020 @ 06:19 | ATTUALITA'
case comunali
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Approvato in giunta il progetto esecutivo, con il relativo quadro economico, delle case di edilizia popolare del Comune di Via Giovanni Di Vincenzo, 13milioni e spicci, il costo del recupero. Balzate agli onori della cronaca in questi anni per i continui atti di vandalismo che le hanno interessate dopo il sisma e demolite solo nel 2018 il complesso, di cui il comune deteneva circa l’80% della proprietà, verrà quindi ricostruito a breve. Non è chiaro per farci cosa vista l’ampia disponibilità di alloggi da parte del Comune. Tempo addietro si vociferava di una possibile permuta per gli alloggi demoliti per fare spazio al parcheggio del Tribunale, ma è un puzzle complesso in cui c’è da decidere anche il futuro di Porta Leoni, per i quali si profilava uno spostamento alle 201 abitazioni di Pettino, dove il Comune dopo il sisma è divenuto proprietario di quasi la metà del complesso con le sostituzioni, e ci sono le Ater del Civico 29 di Fontesecco, anch’esse al centro di una permuta con il Comune per far spazio al nuovo ponte Belvedere. 

Gli ex inquilini di Via di Vincenzo hanno più volte rappresentato la volontà di voler tornare in una casa “vera” e non in un Progetto C.a.s.e. Sullo sfondo, infatti, la complessa vicenda dei progetti C.a.s.e. e M.a.p che hanno di fatto sostituito l’edilizia comunale per svolgere la funzione di, come veniva chiamata una volta, “casa parcheggio”. E oggi, per venire incontro al fabbisogno abitativo di giovani coppie, militari e altri, sono in atto le approvazioni di convenzioni per l’assegnazione di Case e Map a docenti e studenti universitari stranieri e al personale della Guardia di Finanza. 


Print Friendly and PDF

TAGS