Eutanasia legale, continua la raccolta firme a L’Aquila: la storia di Sabrina

di Redazione | 21 Luglio 2021 @ 16:48 | RACCONTANDO
eutanasia legale
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sabrina ha quasi 39 anni, e dopo anni di percorsi medici di dubbia validità, scopre solo nel 2021 la sua sclerosi multipla ad uno stadio avanzato.

E’ stata tra le prime firmatarie ai tavoli per la raccolta firme per il Referendum sull’eutanasia legale organizzati all’Aquila.

Siamo andati ad incontrarla a casa sua, perché ci dicesse lei, che vive la fatica di una malattia invalidante di cui non può oggi conoscere l’evoluzione, l’importanza di firmare perché l’eutanasia legale diventi una realtà di un Paese civile e laico. Quella legge, che rende tutti uguali davanti al diritto di vita o di scelta di morire, è urgente non da domani, ma da subito.

I tavoli all’Aquila continuano e i prossimi appuntamenti sono: giovedì 22 luglio dalle 19 fino alle 21 a Casematte (area ex ospedale psichiatrico di Collemaggio) all’interno dell’iniziativa BORN TO BE PRIDE… NOT PRIEST; domenica 25 luglio dalle 17,30 alle 20,30 su Corso Vittorio Emanuele, zona quattro cantoni.

Il link per informarsi sul quesito referendario è https://referendum.eutanasialegale.it/

(video a cura di Barbara Bologna, giornalista e volontaria della raccolta firma del referendum per l’eutanasia legale)


Print Friendly and PDF

TAGS