Eurogruppo: ok a Mes per spese sanitarie

di Redazione | 08 Maggio 2020, @08:05 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’Eurogruppo ha raggiunto un accordo sulla nuova linea di credito del Mes, da 240 miliardi di euro per gli Stati che lo desiderano, con l’unico requisito che sia usata per i costi diretti e indiretti, di cura e prevenzione, legati all’emergenza virus.

In un comunicato si spiega che i prestiti sono disponibili per gli Stati membri per importi del 2% del Pil a fine 2019. Possono essere richiesti fino a dicembre 2022. Gli Stati devono compilare un modulo con la lista delle voci di spesa ammissibili. I fondi, a tassi “favorevoli”, potranno essere restituiti in massimo 10 anni.

“Stiamo lavorando per avere operativo già in estate il Recovery Fund”, commenta il ministro dell’Economia Gualtieri. Si lavora per attivare “dal 1°giugno il Sure per finanziare la cassa integrazione e il Fondo paneuropeo di garanzia della Bei per le imprese”.

Il Commissario Ue all’Economia Gentiloni conferma che la nuova linea di credito del Mes “ha un solo requisito di condizionalità” legato alla spesa sanitaria per Covid-19 e “la sorveglianza sarà solo sull’uso coerente dei fondi”.  L’accordo dell’Eurogruppo aggiunge uno “strumento utile alla nostra risposta alla crisi”. La decisione se accedere “spetta agli Stati membri”, aggiunge. Sulla sentenza della Corte costituzionale tedesca sul Qe: “Non vedo rischi per l’azione indipendente della Bce”, spiega Gentiloni.


Print Friendly and PDF

TAGS