“Eterno e diverso”, nasce progetto fotografico per l’autismo

di Redazione | 03 Aprile 2022 @ 17:47 | CULTURA
Print Friendly and PDF

TERAMO –  Una sottile linea tra senso dell’infinito e percezione della differenza: è questo il tema della mostra fotografica proposta da Autismo Abruzzo Onlus e inaugurata oggi a Teramo dal titolo “Eterno e diverso”, in occasione della giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo. Il progetto nasce dall’idea originale di Manuel De Libero, allievo dell’Accademia di Belle Arti all’Aquila e Letizia Verzulli, studentessa di Economia dell’Ateneo aquilano. “Il progetto”, scrive Letizia Verzulli, “si fonda su due concetti: il concetto della molteplicità della diversità e il concetto della molteplicità dell’arte; due concetti che se a primo impatto possono sembrare diversi, in realtà sono fin troppo vicini. Si parla dunque di concetti universali ed eterni.”

“I ritratti, realizzati come fossero delle vere e proprie foto-tessere da inserire in un documento”, afferma Manuel De Libero, “hanno l’intento di dimostrare che oltre ad una diagnosi scritta sopra un foglio di carta, queste persone esistono ed hanno un ruolo nella società come tutti, hanno quindi un’identità. Il punto cardine del lavoro è dimostrare come queste identità siano legate tutte da un filo immaginario che unisce le loro diverse storie. Questo filo rosso è rappresentato da tutte quelle persone che in questo momento si stanno prendendo cura di questi ragazzi, che essi siano familiari, tutori, assistenti o qualsiasi altro ruolo essi ricoprano, sono inevitabilmente il loro punto di riferimento e la loro ancora di salvezza, destinati però a non poter essere per sempre presenti nella loro vita.  Vivono, inconsciamente, la paura di rimanere soli, e questo non deve accadere.”  

L’esposizione, inaugurata ieri a Teramo presso la Sala Espositiva del Comune di Teramo in via Nicola Palma – alla presenza del sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto e del vescovo di Teramo-Atri monsignor Lorenzo Leuzzi, delegato per i beni culturali e l’edilizia di culto della Conferenza Episcopale dell’Abruzzo-Molise – vedrà le opere protagoniste anche in diverse mostre itineranti, allestite in differenti città abruzzesi. Le fotografie resteranno esposte a Teramo per tutta la seconda settimana di aprile. L’ingresso è libero dal lunedì al venerdì – nel rispetto delle normative anti-Covid19 in vigore  – con i seguenti orari:  9.00 – 13.00/15.00 – 17.00. Per le scuole si chiede gentile la prenotazione ad uno dei seguenti indirizzi e-mail: [email protected][email protected] Il comunicato della onlus conclude: “E’ stato possibile realizzare questo primo allestimento grazie al patrocinio del Comune di Teramo, con il contributo di CSV Abruzzo, ACS Abruzzo Circuito Spettacolo, Conservatorio Statale di Musica “Gaetano Braga”, Opera Sante De Sancits ed in sinergia con l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila e l’Associazione Ju Parchetto Con Noi: ringraziamo di cuore tutti loro per la grande attenzione a queste tematiche.”

 

Print Friendly and PDF

TAGS